• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

Parchi per il Clima. Gli interventi proposti per l'Arcipelago Toscano

Parchi per il Clima

 

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha presentato al Ministero dell'Ambiente richiesta di finanziamento per interventi di efficientamento energetico, mobilità sostenibile, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici per 3,5 milioni di euro

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha candidato progetti per utilizzare i finanziamenti del Ministero dell’Ambiente nell’ambito del Programma “Parchi per il Clima”, finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici veicolati attraverso gli Enti Parco nazionali grazie ai fondi acquisiti delle aste CO2.

Nella scelta degli interventi l'Ente Parco ha coinvolto le amministrazioni comunali dell’Arcipelago Toscano con territorio ricadente nel perimetro dell'area protetta, chiedendo agli stessi Comuni di proporre idee e avanzare progetti. L'Ente ha ricevute le adesioni di 6 Comuni: Marciana, Portoferraio, Capoliveri, Porto Azzurro e Rio per l’isola d’Elba e Capraia Isola.

“Ormai sono noti gli effetti del cambiamento climatico - dice Sammuri - sulle comunità vegetali e animali e sui servizi ecosistemici, causati ad esempio dall’aumento delle temperature medie, dal mutamento dei sistemi climatici regionali e locali, dall’alterazione del regime delle piogge, ecc. E’ necessario e impellente ridurre le emissioni di CO2 anche nell’Arcipelago Toscano che è sottoposto nel periodo estivo ad una pressione antropica elevatissima. Sono soddisfatto dell'adesione dei Comuni con il quale abbiamo presentato proposte progettuali per 3.5 milioni di Euro, con l'obiettivo generale di ridurre i consumi energetici e di attenuare gli effetti dei cambiamenti climatici su habitat e specie protette e di gestire in modo sostenibile il patrimonio forestale”.

Sono stati proposti interventi di notevole importanza: a Marciana la riduzione delle emissioni di anidride carbonica mediante interventi di efficientamento energetico del plesso scolastico della scuola per l’infanzia e primaria di primo e secondo grado; all’Isola di Gorgona interventi di riqualificazione dei muretti a secco e del reticolo idraulico minore ai fini della mitigazione del dissesto idrogeologico; all’Isola d’Elba sono stati proposti interventi di riqualificazione forestale di impianti di origine artificiale; per la mobilità sostenibile proposta all’Elba l’attivazione di un servizio di trasporto collettivo nei Comuni di Portoferraio, Capoliveri, Porto Azzurro e Rio; l’attivazione di un servizio di trasporto collettivo con scooter sharing e il trasporto collettivo con imbarcazione ibrida/elettrica nel Comune di Portoferraio. E infine all’Isola di Capraia il trasporto collettivo con bike sharing.

Leggi tutto

ISOLA DI PIANOSA: LA FOCA MONACA SCEGLIE ANCORA UN’ISOLA DELL’ARCIPELAGO TOSCANO

 

 

 

Nuovo eccezionale avvistamento di Foca monaca nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, questa volta all’isola di Pianosa.

Evidentemente le coste e le acque protette del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano rappresentano un habitat ideale per la Foca monaca, specie minacciata di estinzione di cui sopravvivono in natura meno di 700 esemplari. Dopo i ripetuti avvistamenti all'isola di Capraia, tra giugno ed agosto, questo splendido e simpatico mammifero sembra aver cambiato luogo di “villeggiatura”, ma sempre nel territorio delle sette isole toscane, riconosciute non solo come area naturale protetta di caratura nazionale, ma anche come Riserva della Biosfera nell'ambito del Programma internazionale MAB UNESCO, all'interno del Santuario dei Mammiferi Marini Pelagos.

Nel pomeriggio di ieri 2 ottobre il Maresciallo Francesca Fabrizi del Reparto Carabinieri Parco e l'Assistente Capo Coordinatore Michele Comune della Polizia Penitenziaria hanno avvistato, fotografato e filmato un esemplare di Foca monaca lungo la costa orientale dell’isola d Pianosa.

Il mare era particolarmente mosso, ma i due militari non hanno avuto nessun dubbio ed hanno prontamente inviato la documentazione al Presidente del Parco Giampiero Sammuri, che ha trasferito le immagini alle ricercatrici di ISPRA Giulia Mo e Sabrina Agnesi, esperte che sin dal primo avvistamento a Capraia hanno esaminato tutta la documentazione proveniente dall'Ente Parco relativamente alla Foca monaca.

Le due ricercatrici, seguendo un preciso protocollo che consiste nell’attenta valutazione delle immagini ed il diretto resoconto degli autori dell’osservazione, hanno validato l’avvistamento. Secondo Mo e Agnesi “dall’analisi del materiale video/fotografico ed il resoconto degli avvistatori si tratta di un esemplare di taglia medio-grande. Questa notizia conferma la valenza dell’Arcipelago Toscano per la specie e la raccolta di ulteriori elementi conoscitivi nel tempo permetterà di meglio comprendere la sua frequentazione nell’area“.

“Sono veramente entusiasta di questa nuova osservazione di Foca monaca – afferma il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri – oltretutto in un’isola diversa. Voglio ringraziare sentitamente sia il Maresciallo Fabrizi, sia l’Assistente Capo Coordinatore Comune, che hanno dimostrato di avere, oltre ad un’ottima professionalità nel proprio lavoro anche uno spirito di osservazione non comune. Grazie anche al faunista Vincenzo Rizzo Pinna che ha immediatamente elaborato le immagini per permettere un esame migliore ed ovviamente alle ricercatrici di ISPRA Mo ed Agnesi, sempre disponibili e professionali. Ora dobbiamo intensificare il monitoraggio per comprendere meglio gli sviluppi di questo eccezionale ritorno e implementarne le azioni di tutela ”.

Direzione Parco Nazionale Arcipelago Toscano                 Uff. Stampa ISPRA

Maurizio Burlando                                                                   Cristina Pacciani

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano aderisce alla “Settimana del Pianeta Terra” 2020

pianeta terra

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano aderisce alla “Settimana del Pianeta Terra” Escursioni ai Mostri di Pietra di Marciana e nel Parco minerario di Rio Marina.

La geologia dell’Isola d’Elba è ricchissima e varia e ben si presta a diventare palcoscenico di Festival scientifici come la “Settimana del Pianeta Terra”, che si svolgerà dal 4 all’11 ottobre 2020 in tutta Italia. L’evento, alla sua ottava edizione, è diventato il principale appuntamento con le Geoscienze raccogliendo e promuovendo “Geoeventi”, che animano diverse località sparse su tutto il territorio nazionale Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, riconosciuto dall’UNESCO Riserva della Biosfera “Isole di Toscana”, racchiude una grande diversità geologica e geomorfologica, è quindi un “aula didattica” a cielo aperto per le Geoscienze. Per questo ha aderito inserendo nel programma autunnale del Walking Festival 2020 due eventi dedicati gratuiti: un’escursione sui paesaggi granitici dei Mostri di Pietra a Marciana e l’escursione nel Parco minerario di Rio Marina.

La settimana del Pianeta Terra è una manifestazione particolarmente vicina agli obiettivi del Programma MAB UNESCO nel cui ambito le Isole di Toscana sono state riconosciute Riserva della Biosfera (https://www.isoleditoscanamabunesco.it/) e di grande interesse perché intende far appassionare i giovani alle Geoscienze e vuole trasmettere l'entusiasmo per la ricerca e la scoperta scientifica quali strumenti per migliorare la qualità della vita investendo su ambiente, energia, clima, alimentazione, salute, risorse e riduzione dei rischi naturali

Il Programma:

Leggi tutto

Bionet Parks La rete delle Aree protette per la tutela degli impollinatori naturali

NatLab api sett 2020

Bionet Parks La rete delle Aree protette per la tutela degli impollinatori naturali

Le (altre) api dell’Arcipelago

Incontro 26 settembre ore 17:00  al NAT LAB  di Forte Inglese ( Portoferraio)

Presentazione del lavoro con Enrico Ruzzier, responsabile scientifico WBA Onlus, e Leonardo Forbicioni (Vice Presidente WBA)

Un incontro in collaborazione con WBA e  Assessorato alla Cultura del Comune di Portoferraio, rivolto a tutta la cittadinanza, durante il quale gli esperti di WBA introdurranno il progetto di studio Bionet Parks sugli impollinatori dell’Arcipelago Toscano promosso e finanziato dall’Ente Parco .

Partecipazione massima 40 persone prenotazione obbligatoria con Info Park 0565 908231

Leggi tutto

20 settembre. Isola d'Elba passeggiata con l'archeologo sul "Cammino della Rada"

 

Camminodella Rada2

Tra storia antica, natura preziosa e un paesaggio davvero speciale, il trekking fissato per domenica 20 settembre è uno degli appuntamenti più interessanti all'interno del Tuscany walking Festival, proprio per l'indissolubile connessione tra monumenti e ambiente, che ancora oggi rendono unico il golfo di Portoferraio. In occasione della Giornata Mondiale senza Auto (22 settembre) è stata programmata una camminata in assoluta lentezza che dal bacino termale di San Giovanni conduce fino alla spettacolare villa romana delle Grotte, lussuosa residenza imperiale del I secolo a.C.

 

Leggi tutto

Alexandre Dumas scrittore e buongustaio. Conferenza dello chef Alvaro Claudi

Claudi DUMAS loca 3

17 settembre ore 17:30 CEA Lacona

Alvaro Claudi non finisce mai di stupirci con le sue ricerche storiche sulla cucina. Ecco che recentemente ci ha svelato questo interessante legame tra lo scrittore Alexandre Dumas, celebre autore de “Il Conte di Montecristo” e il suo amore per la gastronomia. Così, per ricordare il 150° anniversario della morte dello scrittore, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha organizzato questo evento il 17 settembre ore 17:30 al CEA di Lacona, a cui sarà presente insieme allo Chef Claudi, il Presidente del Parco Giampiero Sammuri.

Claudi ci racconterà dell’opera omnia di gastronomia di Dumas, pubblicata poco dopo la sua morte, un dizionario che oltre a trattare di ingredienti e ricette di piatti antichi ed esotici, rivela quale fu la passione che portò Dumas all’Elba, come si ispirò all’isola di Montecristo e altre curiose storie su personaggi famosi dell’epoca.

Per finire un piccolo aperitivo

Evento su prenotazione per massimo 40 persone.

Chiamare info park 0565 908231

E’ uscito il volume “La Fortezza del Volterraio”

presentazione volterraio libro 2020 B

 

E’ uscito il volume “La Fortezza del Volterraio”

Presentazione il 15 settembre ore 17:30 a Forte Inglese Portoferraio, in collaborazione con il Comune di Portoferraio 

Il volume "La Fortezza del Volterraio" è nato dalla collaborazione tra Parco, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa e Livorno, Università degli studi di Firenze, Università di Siena e Italia Nostra Arcipelago Toscano.

“E’ sicuramente un grande piacere – scrive il Presidente del Parco Giampiero Sammuri - poter esaltare anche attraverso questa iniziativa editoriale la Fortezza del Volterraio, bene di proprietà del Parco. La rilevanza storica e l’ambito paesaggistico – ambientale in cui si erge l’ardita struttura hanno spinto l’Ente ad affrontare uno sforzo economico e progettuale decisamente importante nei lavori di restauro che hanno conseguito il risultato di restituire alla comunità albana un suo formidabile simbolo identitario, deciso, autorevole. Il volume non fa altro che rendere più godibile “il viaggio” alla scoperta della più antica fortificazione dell’Isola d’Elba. Numerosi esperti delle diverse discipline raccontano con dovizia di particolari il complesso monumentale, ne svelano i segreti più intriganti, attraverso la ricostruzione del contesto storico, archeologico, paesaggistico, geologico e biologico. Una raccolta interessantissima per la quale davvero ringrazio tutti gli autori che hanno voluto dedicare al Volterraio una rinnovata ed appassionata attenzione “

 

Leggi tutto

Camminate autunnali con il Walking Festival nelle isole dell'Arcipelago Toscano 2020

walking autunno 2020 web

Camminate autunnali con il Walking Festival del Parco Nazionale Arcipelago Toscano 2020 dal 13 settembre al 1 novembre.

Il Walking Festival autunnale 2020 dà appuntamento agli amanti della vacanza naturalistica nella bellezza del Parco dell’Arcipelago Toscano dal 13 settembre al 1 novembre con un anticipo il 6 settembre solo per l’isola del Giglio. Un invito ad immergersi nei piccoli borghi ricchi di tradizioni, nelle atmosfere e i colori autunnali, con passeggiate a tema, degustazioni, wine trekking, birdwatching e whalewatching, nella calma, lontani dalla confusione e in piena sicurezza sanitaria. Il programma interessa le isole di Pianosa Elba, Giglio e Capraia. Vi elenchiamo solo i titoli del programma rinviando per le informazioni di dettaglio agli uffici di Info Park tel. 0565 908231 o alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure   qui

Leggi tutto

Inaugurato il nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale della Salata a Capraia

Durante la sua ampia visita all’arcipelago toscano, nella mattinata di ieri il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha partecipato, con il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri e con il Sindaco di Capraia Isola, nonché Presidente della Provincia di Livorno, Marida Bessi, all’inaugurazione del nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale realizzato presso la struttura denominata La Salata, nel delizioso porto turistico dell’isola. La Salata era l’avamposto del carcere sul porto, un piccolo nucleo di fabbricati che comprendevano, oltre il corpo di guardia ed alcuni locali destinati alla residenza dei detenuti addetti alla pesca, anche un locale detto appunto “Salata” da cui prendeva il nome la diramazione. La Salata era destinata alla lavorazione e conservazione del pescato, di solito acciughe e sardine che poi erano confezionate sotto sale. Anche gli zerri, un pesce di piccole dimensioni pescato in loco, veniva prima fritto e poi conservato sotto aceto. Già l’intera struttura della Salata era stata oggetto, alcuni anni fa, di un intervento di restauro con fondi del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano.

Il nuovo progetto è stato realizzato sulla base della fattiva collaborazione tra il Parco Nazionale, il Comune di Capraia Isola e la Pro Loco allo scopo di realizzare un punto di informazioni turistiche, in grado però di rappresentare anche un centro di educazione ambientale dedicato alla conoscenza dell’isola, dell’area protetta a terra e a mare e del Santuario Internazionale per la tutela dei Mammiferi Marini “Pelagos. Tale centro – finanziato dal PNAT e in quota parte cofinanziato dalla Regione Toscana e dal Comune di Capraia Isola nell’ambito del progetto EcoSTRIM Interreg Marittimo IT FR – rappresenta anche un nuovo Punto Informativo dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità ed arricchisce la rete regionale di strutture attivata per monitorare e per promuovere le straordinarie eccellenze del Santuario dei Cetacei.

Il centro di educazione ambientale di Capraia inaugura una nuova generazione di ambienti interattivi e immersivi realizzati dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano attraverso gli specialisti della Carraro-LAB di Brescia. Lo spazio espositivo è concepito per offrire ai visitatori una serie di esperienze multimediali dedicate ai temi dell’area protetta, un percorso naturalistico digitale che accompagna tutti i target offrendo emozioni e conoscenze. L’esperienza di visita parte dalle pareti che costituiscono una scenografia colorata ed immersiva, animata da alcuni monitor che arricchiscono il panorama iconografico. I rumori della natura, dai suoni dei cetacei al rombo dell’antico vulcano, fino agli uccelli sul mare e nel vento, completano lo scenario emotivo, che avvolge immediatamente il visitatore. In coincidenza dei vari pannelli tematici, sono ben evidenti dei sensori eBeacon che attivano contenuti multimediali corrispondenti sui tablet forniti dal centro. I tablet consentono di approfondire le varie tematiche in specifici format interattivi.  Sarà così possibile ripercorre le fasi della storia geologica di Capraia, dal grande vulcano originario fino alla eruzione dello Zenobito che hanno portato all’attuale morfologia. Si potranno scoprire le caratteristiche della foca monaca, mammifero rarissimo recentemente avvistato nelle acque dell’isola. Un modello tridimensionale di Capraia permetterà di percorrere virtualmente i sentieri, mentre sul mare si potranno identificare i profili dei cetacei, e infine immergersi nel patrimonio archeologico di Capraia attraverso una visita agli antichi palmenti.

Un angolo dell’installazione è dedicato ai visori di realtà virtuale, che ripropongono in modalità immersiva i temi di Capraia. Sarà così possibile Immergersi virtualmente tra i cetacei, assistere in una macchina del tempo di milioni di anni allo spettacolare timelapse della storia geologica dell’isola, effettuare trekking immersivo sull’anello dello Stagnone, provare un “virtual whale watching” su una barca a vela, volare in 3d sull’arcipelago toscano.

Infine, ad impreziosire il centro didattico e divulgativo, sono esposti tre splendidi modelli realizzati da Maurizio Wurtz, di Artescienza di Cogoleto, a grandezza reale, in scala 1:1, di un tursiope, di un delfino comune e di una stenella. Una finestra, insomma, sul Santuario dei Cetacei e sui suoi meravigliosi abitanti.

“Ancora una volta l’Ente Parco ha risposto alle esigenze dell’Isola di Capraia realizzando una struttura meravigliosa in grado di fornire informazioni e stimoli per conoscere con sempre maggiore dettaglio la nostra isola e l’area protetta nazionale”, dichiara con orgoglio Marida Bessi, sindaco di Capraia Isola. “Un progetto che consolida la partnership con il Parco Nazionale, ma che si allarga strategicamente anche alla Pro Loco, soggetto fondamentale per la promozione e l’animazione  a livello locale – conclude Marida Bessi – e alla Regione Toscana, sulla base della collaborazione relativa all’Osservatorio Toscano per Biodiversità.”

Raggiante il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri . “Abbiamo aggiunto un altro tassello al nostro sistema di strutture dedicate all’informazione turistica, al turismo sostenibile, all’educazione ambientale ed alla conoscenza del territorio. Lo abbiamo fatto in stretta sinergia con l’amministrazione locale e con la Pro Loco a suggellare un modo di operare che privilegia percorsi innovativi, partecipativi ed inclusivi. Di questo abbiamo bisogno per tutelare le risorse naturali nel nostro mare, delle isole di Toscana e per rispondere alle tante sollecitazioni che ci arrivano dal Ministero dell’Ambiente, dalla Comunità Europea e dagli organismi internazionali e che ci chiedono di rispondere agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile inseriti dell’Agenda ONU 2030”.

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa in visita al Parco Nazionale Arcipelago Toscano

 costa

Il Ministro dell’Ambiente  Sergio Costa in visita per tre giorni  al Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Visiterà  Elba, Capraia, Pianosa e Montecristo

Dopo aver visitato il Parco Nazionale del Gran Paradiso e il più recente Parco  Nazionale dell’Isola di Pantelleria, domenica 9 agosto il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare  Sergio Costa, insieme ad una delegazione ministeriale, sbarcherà nel pomeriggio all’Isola d’Elba in visita alla sede del Parco Nazionale Arcipelago Toscano all’Enfola.  Insieme ai vertici dell’Ente Parco - il Presidente Giampiero Sammuri, il Vice Presidente Stefano Feri e il Direttore del Parco  Maurizio Burlando - il Ministro Costa incontrerà una rappresentanza delle autorità locali, sindaci e forze dell’ordine e stampa. Ricco il programma di lunedì 10 agosto quando, grazie al supporto logistico della Guardia Costiera  e dell’Arma dei Carabinieri, il Ministro Costa sarà in mattinata a Capraia per visitare l’isola, incontrare il Sindaco e Presidente della Provincia di Livorno Marida Bessi  e  inaugurare il nuovo Centro di Educazione Ambientale ed Info Point dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità realizzato alla Salata e dedicato alle eccellenze ambientali ed archeologiche dell’isola ed al santuario Internazionale dei Mammiferi Marini. Nel pomeriggio la delegazione raggiungerà l’Isola di Pianosa dove verranno presentate al Ministro le attività di fruizione gestite dall’Ente Parco, i lavori di ristrutturazione della Casa dell’Agronomo, il nuovo allestimento del Museo delle Scienze Geologiche e Archeologiche e le Catacombe recentemente affidate in gestione al Parco da parte della Pontificia Commissione per l’Archeologica Sacra. Nel tardo pomeriggio, infine, il trasferimento all’Isola di Montecristo dove la delegazione ministeriale si tratterrà fino al giorno dopo per una breve visita, per poi fare rientro a Roma. (foto dal sito governo.it)

 

Altri articoli...

isole MAB 2021
IT logo CETS    logo federparchi logo iunc

Ultime News

Motociclisti in piena area protetta sui…

19-10-2021

Grazie al pronto intervento dei m...

Un Mare di Nuoto: con Neptune nelle acqu…

07-10-2021

Sabato 16 e Domenica 17 Ottobre s...

Gli eventi della “Settimana del Pianeta …

06-10-2021

La geologia dell’Isola d’Elba è r...

Conoscere Mola e le sue creature. Appunt…

29-09-2021

Domenica 3 ottobre Legambiente Ar...

5 ottobre 2021 il programma della Giorna…

27-09-2021

    Il Parco Naz...

Il Parco sotto esame per il rinnovo dell…

24-09-2021

Il Parco sotto esame per il rinno...

Si arricchisce la rete sentieristica de…

17-09-2021

  Sono stati completati in ...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano p…

07-09-2021

Riflettori accesi sul Parco Nazio...

Iscrizioni ancora aperte per il corso d…

24-08-2021

C’è ancora tempo fino alle 24:00 ...

Inaugurata l’Aula VerdeBlu “Giovanna Ner…

24-08-2021

Presenti all'evento il Presidente...

Vivere il parco in sicurezza nel Parco N…

04-08-2021

  Cinque brevi video per pr...

Inaugurata a Capraia la mostra “La Vener…

02-08-2021

Foto Fabio Giudi Inaugurata a Ca...

Portoferraio  (LI) 57037 - Località Enfola n.16 

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento