L'Ente Parco

sede parco dal moletto enfola

Gli Enti Parco sono le amministrazioni pubbliche che gestiscono i Parchi nazionali italiani. Previsti dalla "Legge Quadro sulle aree naturali protette" n. 394 del 6 dicembre 1991, rientrano nel comparto degli enti pubblici non economici così come definiti dalla L. n. 70 del 20 marzo 1975. L’Ente Parco ha personalità di diritto pubblico, sede legale e amministrativa nel territorio del parco ed è sottoposto alla vigilanza del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

L’Ente Parco opera di concerto con i soggetti della pubblica amministrazione che agiscono sul territorio. Si confronta alla scala locale con le strutture amministrative dei Comuni, per competenze tematiche specifiche come quelle sulla gestione faunistica ha stretti rapporti con le amministrazioni provinciali e si confronta regolarmente con l’amministrazione della Regione Toscana. Continui rapporti intercorrono con gli uffici del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Direzione Generale per il Patrimonio Naturalistico e Direzione Generale per il Mare e le Coste). Più in generale, l’attività dell’Ente Parco comporta contatti con le numerose istituzioni che si occupano di ricerca scientifica, di monitoraggio ambientale, di gestione dei beni pubblici, della difesa del suolo, dell’istruzione, del commercio e del turismo, con il mondo della scuola. L’Ente Parco interagisce con il mondo delle aziende produttive, con le organizzazioni sociali, con la stampa. Nella gestione ordinaria e straordinaria si verificano di sovente interventi che si ampliano alla sfera dell’iniziativa privata e che vedono partecipi particolari categorie di cittadini in qualità di collaboratori oltre che di utenti.

Sono organi dell’Ente: il Presidente, il Consiglio Direttivo, la Giunta esecutiva, il Collegio dei revisori dei conti, la Comunità del parco.

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano viene considerato il Parco marino più grande del Mediterraneo perché comprende sette isole, numerosi isolotti e scogli che emergono in ampio tratto di Mar Tirreno nel cuore del grande Santuario dei Cetacei, Pelagos, istituto come area marina internazionale tutelata nel 1999.

parco tra terra e mare 400.il parco a sette stelle 400

 

Inquadramento territoriale del territorio incluso nel Parco Nazionale Arcipelago Toscano:

Popolazione insediata: circa 31.000 abitanti

Popolazione estiva con elevato turnover: più di 200.000 persone sulle isole

Il territorio incluso nel perimetro dell’Area protetta include circa il 50% dell’isola d’Elba e il 40% dell’Isola del Giglio, l’80% dell’Isola di Capraia e il 100% delle isole minori. Sono inclusi 11 Comuni. Sull’Elba: Portoferraio (cui appartiene anche Montecristo), Porto Azzurro, Capoliveri, Campo nell’Elba (cui appartiene Pianosa), Marciana, Marciana Marina, Rio Elba e Rio Marina. Il Comune di Capraia e il Comune del Giglio (anche per Giannutri) e Livorno (per Gorgona) e 2 province: Livorno e Grosseto (solo per Giglio e Giannutri) poiché non vi sono ambiti costieri.

L'intero Arcipelago Toscano, in cui è incluso il perimetro del Parco,  occupa una superficie complessiva di circa 300 Km2 ed ha uno sviluppo costiero di circa 250 km. Rientrano in questo ampio complesso territoriale circa una dozzina di isolotti minori e scogli, dislocati nel mare Tirreno: Palmaiola e Cerboli, situati entrambi nel Canale di Piombino a Est dell’estremità nord-orientale dell’Isola d’Elba, lo Scoglietto a poche centinaia di metri dalla costa orientale di Portoferraio, le Formiche di Grosseto a nord dell’Isola del Giglio, lo Scoglio d’Africa o Formiche di Montecristo a ovest dell’Isola di Montecristo, le Formiche di Capraia, di Palmaiola, della Zanca.

Dal punto di vista amministrativo l’Arcipelago Toscano afferisce alle due province più meridionali della Toscana: ricadono nella Provincia di Livorno le isole Elba, Gorgona, Capraia, Pianosa e Montecristo. Appartengono, invece, alla Provincia di Grosseto le isole del Giglio e di Giannutri. L’isola di Capraia è prossima alla Corsica.

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

L’Ente Parco opera di concerto con i soggetti della pubblica amministrazione che agiscono sul territorio. Si confronta alla scala locale con le strutture amministrative dei Comuni, per competenze tematiche specifiche come quelle sulla gestione faunistica ha stretti rapporti con le amministrazioni provinciali e si confronta regolarmente con l’amministrazione della Regione Toscana. Continui rapporti intercorrono con gli uffici del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Direzione Generale per il Patrimonio Naturalistico e Direzione Generale per il Mare e le Coste). Più in generale, l’attività dell’Ente Parco comporta contatti con le numerose istituzioni che si occupano di ricerca scientifica, di monitoraggio ambientale, di gestione dei beni pubblici, della difesa del suolo, dell’istruzione, del commercio e del turismo, con il mondo della scuola. L’Ente Parco interagisce con il mondo delle aziende produttive, con le organizzazioni sociali, con la stampa. Nella gestione ordinaria e straordinaria si verificano di sovente interventi che si ampliano alla sfera dell’iniziativa privata e che vedono partecipi particolari categorie di cittadini in qualità di collaboratori oltre che di utenti

logo isoleditoscana MaB   IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Pianosa nel massimo dello splendore nel …

25-05-2020

Foto e video di R Ridi per il PNA...

Trekking con il Parco Nazionale Arcipel…

22-05-2020

Le isole toscane protette sono di...

Con la Settimana della Natura il Parco r…

18-05-2020

Foto R. Ridi per il PNAT Riparto...

Parchi toscani uniti per proporre la ria…

05-05-2020

Allo studio una proposta con la...

Gli interventi del Parco nel Comune di M…

30-04-2020

Segnalazione presenza ungulati te...

Al via la campagna #LeMeraviglieDelleAr…

24-04-2020

  #LeMeraviglieDelleAreePro...

Citizen Science: nuove scoperte nell'Arc…

23-04-2020

 #iorestoacasa #lemeraviglie...

#iorestoacasa #LeMeraviglieDelleAreeProt…

16-04-2020

17 aprile 2020 - Conferenza onlin...

Giampiero Sammuri confermato vice presid…

15-04-2020

  L'Unione Internazionale p...

VIDEO E SLIDE Seminario Riserva della B…

09-04-2020

    La Riserva della Bi...

Monitoraggio dei rifiuti marini sulle …

07-04-2020

Il problema dell'inquinamento da ...

Gli antichi palmenti nell’Isola di Capra…

01-04-2020

Grazie al progetto INTERREG ISOS ...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento