• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

A gennaio previsto l'avvio della progettazione del Centro di Interpretazione del Santuario Internazionale dei Mammiferi Marini Pelagos all'Elba

GIO 8081

Ben trentanove le candidature presentate per il concorso di idee di progettazione dell’Arsenale delle Galeazze a Portoferraio.

Proseguono a marce forzate le fasi del concorso di idee attivato per la progettazione del Centro di Interpretazione dedicato al Santuario Internazionale dei Mammiferi Marini “Pelagos” che verrà allestito all'interno dello storico edificio a Portoferraio. La procedura concorsuale è stata predisposta in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Livorno. Il bando divulgato, capillarmente in Italia e all’estero attraverso la rappresentanza nazionale e internazionale del Consiglio Nazionale Architetti PPC su un’apposita piattaforma informatica (Concorsi AWN), ha raccolto le proposte  in pieno anonimato, secondo i principi del Codice dei Contratti Pubblici.

Trentanove sono state le proposte regolarmente pervenute ed esaminate dalla commissione di esperti - presieduta dall'Arch. De Luca, responsabile dell'Ufficio Tecnico del Parco Nazionale -   individuata per valutare le idee più innovative e più rispondenti alle

Leggi tutto

L’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del CNR affiancherà il Parco Nazionale nelle attività di ricerca scientifica e divulgazione della patrimonio geologico dell’Arcipelago Toscano

Capraia drone

Per rafforzare l’impegno per la tutela e la valorizzazione del patrimonio geologico dell’Arcipelago Toscano il Consiglio dell’Ente Parco ha approvato, nella seduta del 27 11.2020, una convenzione operativa con l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche che fornirà supporto tecnico scientifico a vantaggio delle iniziative di promozione e fruizione delle sette isole dell’Arcipelago Toscano.

“Abbiamo concordato con il CNR la realizzazione attività finalizzate alla divulgazione ed alla promozione delle caratteristiche e delle eccellenze geologiche dell'Arcipelago Toscano a cominciare dalla predisposizione della prima Carta Geoturistica dell’Isola di Capraia, nonché successivi approfondimenti e materiali didattico-divulgativi a tema geologico e geoturistico che interesseranno l’Isola del Giglio e, a seguire, le restanti isole di competenza del Parco Nazionale, afferma il Direttore Maurizio Burlando. La collaborazione non si fermerà alle attività di ricerca scientifica nelle diverse tematiche che afferiscono alle Scienze della Terra, ma verranno programmati anche momenti di formazione, destinati all'aggiornamento del personale del PNAT e delle Guide parco e Guide parco sub che operano nel contesto dell'Arcipelago Toscano”.

Un patto per tutelare il patrimonio geologico e geominerario e promuovere il geoturismo

laghetto Rio Marina foto Ridi

Un patto tra il Comune di Rio, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano e il Parco Minerario per tutelare il patrimonio geologico e geominerario e promuovere il geoturismo.

Il Consiglio dell’Ente Parco ha approvato nella seduta del 27 novembre  un accordo con il Comune di Rio e il Parco Minerario Isola d’Elba per la promozione del territorio riese con particolare riferimento alla rete sentieristica e alla valorizzazione del patrimonio geologico e geominerario.

Si tratta di un’intesa che promuove attività coordinate in diversi campi di azione: dalla manutenzione e riqualificazione della rete sentieristica in termini di fruizione integrata con le diverse eccellenze presenti nel territorio riese all’allestimento e promozione di percorsi tematici finalizzati a promuovere il geoturismo e la fruizione del patrimonio geologico e geominerario nel comprensorio riese.

La collaborazione si allargherà anche a proposte di attività didattiche e divulgative presso il Museo Civico Archeologico del Distretto Minerario di Rio nell'Elba, all’implementazione degli allestimenti e delle attività divulgative offerte presso il Museo Minerario di Rio Marina, ma anche a nuove attività di fruizione dei siti di interesse geologico e geominerario all'interno del Parco Minerario a Rio Marina.

 

Leggi tutto

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano candidato alla Green List IUCN

 Valutatori IUCN Elba

 

Durante il 2020 l’Ente Parco ha lavorato per candidarsi ad entrare nella prestigiosa lista internazionale di aree protette – la Green List – gestita dalla IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), massimo organismo mondiale in tema di parchi e riserve naturali. Un riconoscimento di altissimo valore se si considera che  a livello mondiale, ad oggi, sono presenti solamente 49 parchi in 15 nazioni tra cui uno solo in Italia, il Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il 17 e 18 novembre i valutatori della IUCN hanno espletato la visita ufficiale presso la sede dell'Enfola,  per  verificare nel dettaglio la documentazione presentata dal PNAT in sede di candidatura. Nel corso del sopralluogo sono stati sentiti il Presidente, il Vice Presidente, il Direttore e gli uffici dell’Ente. Inoltre, da remoto, sono stati realizzati incontri con nove ricercatori di istituti di ricerca e università che normalmente collaborano con il Parco e una nutrita rappresentanza di stakeholder (25) di Elba, Giglio e Capraia.  I valutatori – in assenza degli organi dirigenziali del Parco –  hanno fatto alcune domande in merito ai rapporti con l’Ente gestore, alle collaborazioni e alle attività che lo stesso Ente conduce nell’ambito della propria mission istituzionale. I risultati dell'istruttoria sono attesi per i primi mesi del 2021.

“Ringrazio tutti coloro che si sono resi disponibili a essere sentiti dai valutatori della IUCN,- ha detto il Presidente Giampiero Sammuri - l’Ente  per questa valutazione ha messo in campo tutta la propria competenza, aggiungendo  entusiasmo e passione per  una prestigiosa candidatura. Una sfida per cui ci siamo sentiti pronti. Qualunque sia l’esito della valutazione l’intento è quello di mettersi in gioco per capire se stiamo facendo bene e per fare sempre meglio.”  

Leggi tutto

Chiusura al pubblico Info Park a Portoferraio

 

info park area

 

Si comunica che l’ufficio accoglienza e informazioni del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano “Info Park” di Portoferraio resterà chiuso al pubblico fino al perdurare del riconoscimento della Regione Toscana come area caratterizzata da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (zona rossa) ai sensi del DPCM 3 novembre 2020.

Per informazioni e richieste è possibile contattare il personale dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 16:00, la domenica dalle ore 9:00 alle ore 14:00  al numero telefonico 0565 - 908231 e via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In analogia anche il Forte Inglese, comprendente la struttura divulgativa NatLab, resterà chiuso al pubblico con le stesse modalità.

FURTO DI SABBIA ELBANA SVENTATO DALLA GUARDIA DI FINANZA

 

sabbia

Abbiamo ricevuto segnalazione dalla Guardia di Finanza che opera presso lo scalo aeroportuale di Pisa, in merito al sequestro di circa 13 chilogrammi di sabbie e ciottoli prelevati nelle spiagge dell’Isola d’Elba.

Autori del misfatto tre turisti spagnoli, che incautamente avevano riposto il bottino nelle loro valigie per portarlo a Valencia.

I Finanzieri, unitamente al personale dell’Agenzia delle Dogane, sono prontamente intervenuti sequestrando i 13 sacchetti da un chilo di sabbia elbana e segnalando a questo Ente Parco l’accaduto.

L’Ente Parco ringrazia l’operato della Guardia di Finanzia di Pisa che ha sventato questa vera e propria aggressione nei confronti del patrimonio geologico e paesaggistico dell’Arcipelago Toscano. 

Il Codice della Navigazione in relazione all’attuale giurisprudenza, infatti, qualifica l’abusiva asportazione di sabbia e ciottoli dalle spiagge quale reato di furto aggravato, sia in relazione alla destinazione della cosa (sabbia ovvero il bene demaniale) alla pubblica utilità, nonché per l’esposizione della stessa alla pubblica fede, causando un danno idrogeologico all’arenile pregiudicandone la fruibilità del lido marino (sottoposto a vincolo paesaggistico ed archeologico- patrimonio UNESCO).

Tale pessima pratica, purtroppo molto diffusa tra i turisti balneari, provoca un enorme danno all'ecosistema biologico e geologico, rischiando di modificare la dinamica costiera e compromettendo l’equilibrio degli arenili.

Fortunatamente stavolta, non è andata così! I tre sedicenti studenti valenciani sono stati assicurati alla giustizia e la sabbia è tornata al suo posto.

I campioni di sabbie e ciottoli sequestrati saranno riconsegnati dalla Guardia di Finanza all’Ente Parco ed esposti presso il Centro di Educazione Ambientale di Lacona, dove vengono proposte attività didattiche e divulgative relative alle tematiche degli arenili ed al ruolo degli ecosistemi dunali.

Questa notizia di cronaca dà l’opportunità all’Ente di informare, ancora chi non lo sapesse, che chi estrae abusivamente arena o altri materiali nell’ambito del demanio marittimo o del mare territoriale ovvero delle zone portuali della navigazione interna, senza autorizzazione non solo rischia conseguenze penali ma, sarà costretto anche a pagare una sanzione amministrativa di una somma da euro 1.549,00 a euro 9.296,00”.

FARE RETE E CONDIVIDERE AZIONI: PROSEGUE L'IMPEGNO DEL PARCO NAZIONALE PER PROMUOVERE IL TURISMO SOSTENIBILE NELL'ARCIPELAGO TOSCANO

 

 R.Ridi0507GN

FARE RETE E CONDIVIDERE AZIONI: PROSEGUE L'IMPEGNO DEL PARCO NAZIONALE PER PROMUOVERE IL TURISMO SOSTENIBILE NELL'ARCIPELAGO TOSCANO

Si intensificano gli sforzi dell'Ente Parco verso una piena attuazione di politiche ed iniziative per promuovere forme di turismo sostenibile nell'Arcipelago Toscano. L'impegno si colloca all'interno del percorso di certificazione volontaria rappresentato dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS) e coordinata da EUROPARC Federation, con il supporto di Federparchi.

Leggi tutto

Diventa Young Reporter della Riserva MAB UNESCO Isole di Toscana

 ATTENZIONE sei ancora in tempo a candidarti la domanda si puo' fare  fino al 6 Dicembre!

isole young reporter OK

 

Leggi le istruzioni in allegato o vai sul sito www.isoleditoscanamabunesco.it 

Parchi per il Clima. Gli interventi proposti per l'Arcipelago Toscano

Parchi per il Clima

 

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha presentato al Ministero dell'Ambiente richiesta di finanziamento per interventi di efficientamento energetico, mobilità sostenibile, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici per 3,5 milioni di euro

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha candidato progetti per utilizzare i finanziamenti del Ministero dell’Ambiente nell’ambito del Programma “Parchi per il Clima”, finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici veicolati attraverso gli Enti Parco nazionali grazie ai fondi acquisiti delle aste CO2.

Nella scelta degli interventi l'Ente Parco ha coinvolto le amministrazioni comunali dell’Arcipelago Toscano con territorio ricadente nel perimetro dell'area protetta, chiedendo agli stessi Comuni di proporre idee e avanzare progetti. L'Ente ha ricevute le adesioni di 6 Comuni: Marciana, Portoferraio, Capoliveri, Porto Azzurro e Rio per l’isola d’Elba e Capraia Isola.

“Ormai sono noti gli effetti del cambiamento climatico - dice Sammuri - sulle comunità vegetali e animali e sui servizi ecosistemici, causati ad esempio dall’aumento delle temperature medie, dal mutamento dei sistemi climatici regionali e locali, dall’alterazione del regime delle piogge, ecc. E’ necessario e impellente ridurre le emissioni di CO2 anche nell’Arcipelago Toscano che è sottoposto nel periodo estivo ad una pressione antropica elevatissima. Sono soddisfatto dell'adesione dei Comuni con il quale abbiamo presentato proposte progettuali per 3.5 milioni di Euro, con l'obiettivo generale di ridurre i consumi energetici e di attenuare gli effetti dei cambiamenti climatici su habitat e specie protette e di gestire in modo sostenibile il patrimonio forestale”.

Sono stati proposti interventi di notevole importanza: a Marciana la riduzione delle emissioni di anidride carbonica mediante interventi di efficientamento energetico del plesso scolastico della scuola per l’infanzia e primaria di primo e secondo grado; all’Isola di Gorgona interventi di riqualificazione dei muretti a secco e del reticolo idraulico minore ai fini della mitigazione del dissesto idrogeologico; all’Isola d’Elba sono stati proposti interventi di riqualificazione forestale di impianti di origine artificiale; per la mobilità sostenibile proposta all’Elba l’attivazione di un servizio di trasporto collettivo nei Comuni di Portoferraio, Capoliveri, Porto Azzurro e Rio; l’attivazione di un servizio di trasporto collettivo con scooter sharing e il trasporto collettivo con imbarcazione ibrida/elettrica nel Comune di Portoferraio. E infine all’Isola di Capraia il trasporto collettivo con bike sharing.

Leggi tutto

ISOLA DI PIANOSA: LA FOCA MONACA SCEGLIE ANCORA UN’ISOLA DELL’ARCIPELAGO TOSCANO

 

 

 

Nuovo eccezionale avvistamento di Foca monaca nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, questa volta all’isola di Pianosa.

Evidentemente le coste e le acque protette del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano rappresentano un habitat ideale per la Foca monaca, specie minacciata di estinzione di cui sopravvivono in natura meno di 700 esemplari. Dopo i ripetuti avvistamenti all'isola di Capraia, tra giugno ed agosto, questo splendido e simpatico mammifero sembra aver cambiato luogo di “villeggiatura”, ma sempre nel territorio delle sette isole toscane, riconosciute non solo come area naturale protetta di caratura nazionale, ma anche come Riserva della Biosfera nell'ambito del Programma internazionale MAB UNESCO, all'interno del Santuario dei Mammiferi Marini Pelagos.

Nel pomeriggio di ieri 2 ottobre il Maresciallo Francesca Fabrizi del Reparto Carabinieri Parco e l'Assistente Capo Coordinatore Michele Comune della Polizia Penitenziaria hanno avvistato, fotografato e filmato un esemplare di Foca monaca lungo la costa orientale dell’isola d Pianosa.

Il mare era particolarmente mosso, ma i due militari non hanno avuto nessun dubbio ed hanno prontamente inviato la documentazione al Presidente del Parco Giampiero Sammuri, che ha trasferito le immagini alle ricercatrici di ISPRA Giulia Mo e Sabrina Agnesi, esperte che sin dal primo avvistamento a Capraia hanno esaminato tutta la documentazione proveniente dall'Ente Parco relativamente alla Foca monaca.

Le due ricercatrici, seguendo un preciso protocollo che consiste nell’attenta valutazione delle immagini ed il diretto resoconto degli autori dell’osservazione, hanno validato l’avvistamento. Secondo Mo e Agnesi “dall’analisi del materiale video/fotografico ed il resoconto degli avvistatori si tratta di un esemplare di taglia medio-grande. Questa notizia conferma la valenza dell’Arcipelago Toscano per la specie e la raccolta di ulteriori elementi conoscitivi nel tempo permetterà di meglio comprendere la sua frequentazione nell’area“.

“Sono veramente entusiasta di questa nuova osservazione di Foca monaca – afferma il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri – oltretutto in un’isola diversa. Voglio ringraziare sentitamente sia il Maresciallo Fabrizi, sia l’Assistente Capo Coordinatore Comune, che hanno dimostrato di avere, oltre ad un’ottima professionalità nel proprio lavoro anche uno spirito di osservazione non comune. Grazie anche al faunista Vincenzo Rizzo Pinna che ha immediatamente elaborato le immagini per permettere un esame migliore ed ovviamente alle ricercatrici di ISPRA Mo ed Agnesi, sempre disponibili e professionali. Ora dobbiamo intensificare il monitoraggio per comprendere meglio gli sviluppi di questo eccezionale ritorno e implementarne le azioni di tutela ”.

Direzione Parco Nazionale Arcipelago Toscano                 Uff. Stampa ISPRA

Maurizio Burlando                                                                   Cristina Pacciani

Altri articoli...

logo isoleditoscana MaB
IT logo CETS    logo federparchi logo iunc

Ultime News

Inaugurata la mostra dello scienziato fo…

27-07-2021

Apre a Portoferraio, dopo la ceri...

Forte inglese festeggiamenti elbani per …

27-07-2021

Di ritorno dall'Isola del Giglio ...

21 luglio all'Isola del Giglio si festeg…

27-07-2021

Nella foto Giampiero Sammuri, Leo...

Pubblicato il Bilancio di Sostenibilità …

24-07-2021

A custodia della Biodiversità e p...

Presentazione della guida di Repubblica …

20-07-2021

Nell'ambito delle celebrazioni de...

Ricorre il venticinquesimo anno dalla na…

19-07-2021

Il programma degli eventi Il Pa...

Omaggio alla foca monaca (Monachus monac…

15-07-2021

Dopo gli avvistamenti registrat...

Realtà virtuale e applicazioni interatti…

14-07-2021

Nel corso della giornata di ieri...

Nuovi allestimenti multimediali nelle Ca…

13-07-2021

Nuovi allestimenti multimediali ...

Revocata l'ordinanza di interdizione all…

22-06-2021

  Foto Falco pescatore di F...

Prorogate le misure per la tutela della …

08-06-2021

Il Presidente del Parco nazionale...

GUARDIA DI FINANZA: PROTOCOLLO D’INTESA …

08-06-2021

  GUARDIA DI FINANZA: PROTOCO...

Portoferraio  (LI) 57037 - Località Enfola n.16 

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento