• monte capanne
  • Home
  • Visitare il Parco
  • Elba

Isola d'Elba

La terza isola italiana per estensione (22.350 ettari), con sviluppo massimo est-ovest (tra Punta Nera e Capo Pero) 27 km; nord-sud (tra Capo Vita e Punta dei Ripalti) 18 km. Dista 10 km dalla costa di Piombino, 40 da Capraia e 50 dalla Corsica. Amministrativamente suddivisa in sette comuni: Campo nell'Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro, Portoferraio, Rio.

L'isola presenta una forma vagamente triangolare, ma estremamente articolata a causa della linea costiera caratterizzata da numerosi golfi e promontori che frastagliano il perimetro insulare. Il territorio è prevalentemente montuoso e collinare: il granitico massiccio occidentale è costituito da alcune cime e culmina nel Monte Capanne che arriva a 1019 metri sul livello del mare; nel settore centrale si rinviene Monte Orello 385 m in quello orientale il rilievo maggiore è quello di Cima del Monte 516 m. Poche sono le aree pianeggianti situate per lo più in prossimità delle più ampie baie meridionali.

Ricco è inoltre il quadro geomineralogico che presenta una vasta gamma di rocce e minerali, testimonianza di una serie di complessi eventi geologici che hanno portato alla formazione dell'isola.

Le zone tutelate comprendono anche scogli e isolotti: le Formiche della Zanca, l'Ogliera, lo Scoglio della Triglia, l'Isola Corbella, le Isole Gemini, l'Isolotto d'Ortano, l'Isola dei Topi e lo Scoglietto di Portoferraio. Sono tutelati anche i territori degli isolotti di Palmaiola e Cerboli nel canale di Piombino.

A mare, il Decreto Ministeriale del 10 agosto 1971 ha istituito una zona di tutela biologica in prossimità dello Scoglietto, nel territorio del comune di Portoferraio, in località le Ghiaie, tra Punta Falcone e Capo Bianco. In tale tratto di mare è proibita qualsiasi attività di pesca, sia professionale che sportiva, eccetto la pesca con lenze da terra e con totanaie.

Zone tutelate

  • A terra: quasi il 50 % del suo territorio, compresi gli scogli e isolotti: le Formiche della Zanca, l'Ogliera, lo Scoglio della Triglia, l'Isola Corbella, le Isole Gemini, l'Isolotto d'Ortano, l'Isola dei Topi e lo Scoglietto di Portoferraio (zona 2). Sono tutelati anche i territori degli isolotti di Palmaiola e Cerboli nel canale di Piombino (zona 2).
  • A mare: il Decreto Ministeriale del 10 agosto 1971 ha istituito una zona di tutela biologica nel tratto di mare del territorio del comune di Portoferraio, in località le Ghiaie, compresa tra Punta Falcone e Capo Bianco, dove si trova Lo Scoglietto. In tale tratto di mare è proibita qualsiasi attività di pesca, sia professionale che sportiva, eccetto la pesca con lenze da terra e con totanaie.

elba

logo isoleditoscana MaB   IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Monitoraggio dei rifiuti marini sulle …

07-04-2020

Il problema dell'inquinamento da ...

Gli antichi palmenti nell’Isola di Capra…

01-04-2020

Grazie al progetto INTERREG ISOS ...

La Riserva della Biosfera MAB UNESCO Iso…

01-04-2020

Il 6 aprile un seminario on-line ri...

Avviato il percorso di revisione del Pia…

01-04-2020

A poco più di dieci anni dalla su...

Parco e Ordine Architetti di Livorno ins…

01-04-2020

  Il Parco Nazionale Arcipe...

Gli uffici del Parco sono attivi in mod…

18-03-2020

Informativa dell’Ente Parco Nazio...

Nuove misure di riduzione servizi Ente P…

12-03-2020

ENTE PARCO :INTEGRAZIONE MISURE P...

Ente Parco sospende i propri servizi pe…

11-03-2020

  Informativa dell’Ente Par...

Calendario 2020 per godere le Isole di T…

21-02-2020

  E’ pronto il Calendario 2...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano a…

18-02-2020

    Il Parco Nazio...

Rimessa a nuovo l’area attrezzata del Sa…

17-02-2020

  Rimessa a nuovo l’area at...

Premio al Parco per la conservazione del…

13-02-2020

  Il Parco Nazionale Arcipe...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento