• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

Alexandre Dumas scrittore e buongustaio. Conferenza dello chef Alvaro Claudi

Claudi DUMAS loca 3

17 settembre ore 17:30 CEA Lacona

Alvaro Claudi non finisce mai di stupirci con le sue ricerche storiche sulla cucina. Ecco che recentemente ci ha svelato questo interessante legame tra lo scrittore Alexandre Dumas, celebre autore de “Il Conte di Montecristo” e il suo amore per la gastronomia. Così, per ricordare il 150° anniversario della morte dello scrittore, il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha organizzato questo evento il 17 settembre ore 17:30 al CEA di Lacona, a cui sarà presente insieme allo Chef Claudi, il Presidente del Parco Giampiero Sammuri.

Claudi ci racconterà dell’opera omnia di gastronomia di Dumas, pubblicata poco dopo la sua morte, un dizionario che oltre a trattare di ingredienti e ricette di piatti antichi ed esotici, rivela quale fu la passione che portò Dumas all’Elba, come si ispirò all’isola di Montecristo e altre curiose storie su personaggi famosi dell’epoca.

Per finire un piccolo aperitivo

Evento su prenotazione per massimo 40 persone.

Chiamare info park 0565 908231

E’ uscito il volume “La Fortezza del Volterraio”

presentazione volterraio libro 2020 B

 

E’ uscito il volume “La Fortezza del Volterraio”

Presentazione il 15 settembre ore 17:30 a Forte Inglese Portoferraio, in collaborazione con il Comune di Portoferraio 

Il volume "La Fortezza del Volterraio" è nato dalla collaborazione tra Parco, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa e Livorno, Università degli studi di Firenze, Università di Siena e Italia Nostra Arcipelago Toscano.

“E’ sicuramente un grande piacere – scrive il Presidente del Parco Giampiero Sammuri - poter esaltare anche attraverso questa iniziativa editoriale la Fortezza del Volterraio, bene di proprietà del Parco. La rilevanza storica e l’ambito paesaggistico – ambientale in cui si erge l’ardita struttura hanno spinto l’Ente ad affrontare uno sforzo economico e progettuale decisamente importante nei lavori di restauro che hanno conseguito il risultato di restituire alla comunità albana un suo formidabile simbolo identitario, deciso, autorevole. Il volume non fa altro che rendere più godibile “il viaggio” alla scoperta della più antica fortificazione dell’Isola d’Elba. Numerosi esperti delle diverse discipline raccontano con dovizia di particolari il complesso monumentale, ne svelano i segreti più intriganti, attraverso la ricostruzione del contesto storico, archeologico, paesaggistico, geologico e biologico. Una raccolta interessantissima per la quale davvero ringrazio tutti gli autori che hanno voluto dedicare al Volterraio una rinnovata ed appassionata attenzione “

 

Leggi tutto

Camminate autunnali con il Walking Festival nelle isole dell'Arcipelago Toscano 2020

walking autunno 2020 web

Camminate autunnali con il Walking Festival del Parco Nazionale Arcipelago Toscano 2020 dal 13 settembre al 1 novembre.

Il Walking Festival autunnale 2020 dà appuntamento agli amanti della vacanza naturalistica nella bellezza del Parco dell’Arcipelago Toscano dal 13 settembre al 1 novembre con un anticipo il 6 settembre solo per l’isola del Giglio. Un invito ad immergersi nei piccoli borghi ricchi di tradizioni, nelle atmosfere e i colori autunnali, con passeggiate a tema, degustazioni, wine trekking, birdwatching e whalewatching, nella calma, lontani dalla confusione e in piena sicurezza sanitaria. Il programma interessa le isole di Pianosa Elba, Giglio e Capraia. Vi elenchiamo solo i titoli del programma rinviando per le informazioni di dettaglio agli uffici di Info Park tel. 0565 908231 o alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure   qui

Leggi tutto

Inaugurato il nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale della Salata a Capraia

Durante la sua ampia visita all’arcipelago toscano, nella mattinata di ieri il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha partecipato, con il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri e con il Sindaco di Capraia Isola, nonché Presidente della Provincia di Livorno, Marida Bessi, all’inaugurazione del nuovo Punto Informativo e Centro di Educazione Ambientale realizzato presso la struttura denominata La Salata, nel delizioso porto turistico dell’isola. La Salata era l’avamposto del carcere sul porto, un piccolo nucleo di fabbricati che comprendevano, oltre il corpo di guardia ed alcuni locali destinati alla residenza dei detenuti addetti alla pesca, anche un locale detto appunto “Salata” da cui prendeva il nome la diramazione. La Salata era destinata alla lavorazione e conservazione del pescato, di solito acciughe e sardine che poi erano confezionate sotto sale. Anche gli zerri, un pesce di piccole dimensioni pescato in loco, veniva prima fritto e poi conservato sotto aceto. Già l’intera struttura della Salata era stata oggetto, alcuni anni fa, di un intervento di restauro con fondi del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano.

Il nuovo progetto è stato realizzato sulla base della fattiva collaborazione tra il Parco Nazionale, il Comune di Capraia Isola e la Pro Loco allo scopo di realizzare un punto di informazioni turistiche, in grado però di rappresentare anche un centro di educazione ambientale dedicato alla conoscenza dell’isola, dell’area protetta a terra e a mare e del Santuario Internazionale per la tutela dei Mammiferi Marini “Pelagos. Tale centro – finanziato dal PNAT e in quota parte cofinanziato dalla Regione Toscana e dal Comune di Capraia Isola nell’ambito del progetto EcoSTRIM Interreg Marittimo IT FR – rappresenta anche un nuovo Punto Informativo dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità ed arricchisce la rete regionale di strutture attivata per monitorare e per promuovere le straordinarie eccellenze del Santuario dei Cetacei.

Il centro di educazione ambientale di Capraia inaugura una nuova generazione di ambienti interattivi e immersivi realizzati dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano attraverso gli specialisti della Carraro-LAB di Brescia. Lo spazio espositivo è concepito per offrire ai visitatori una serie di esperienze multimediali dedicate ai temi dell’area protetta, un percorso naturalistico digitale che accompagna tutti i target offrendo emozioni e conoscenze. L’esperienza di visita parte dalle pareti che costituiscono una scenografia colorata ed immersiva, animata da alcuni monitor che arricchiscono il panorama iconografico. I rumori della natura, dai suoni dei cetacei al rombo dell’antico vulcano, fino agli uccelli sul mare e nel vento, completano lo scenario emotivo, che avvolge immediatamente il visitatore. In coincidenza dei vari pannelli tematici, sono ben evidenti dei sensori eBeacon che attivano contenuti multimediali corrispondenti sui tablet forniti dal centro. I tablet consentono di approfondire le varie tematiche in specifici format interattivi.  Sarà così possibile ripercorre le fasi della storia geologica di Capraia, dal grande vulcano originario fino alla eruzione dello Zenobito che hanno portato all’attuale morfologia. Si potranno scoprire le caratteristiche della foca monaca, mammifero rarissimo recentemente avvistato nelle acque dell’isola. Un modello tridimensionale di Capraia permetterà di percorrere virtualmente i sentieri, mentre sul mare si potranno identificare i profili dei cetacei, e infine immergersi nel patrimonio archeologico di Capraia attraverso una visita agli antichi palmenti.

Un angolo dell’installazione è dedicato ai visori di realtà virtuale, che ripropongono in modalità immersiva i temi di Capraia. Sarà così possibile Immergersi virtualmente tra i cetacei, assistere in una macchina del tempo di milioni di anni allo spettacolare timelapse della storia geologica dell’isola, effettuare trekking immersivo sull’anello dello Stagnone, provare un “virtual whale watching” su una barca a vela, volare in 3d sull’arcipelago toscano.

Infine, ad impreziosire il centro didattico e divulgativo, sono esposti tre splendidi modelli realizzati da Maurizio Wurtz, di Artescienza di Cogoleto, a grandezza reale, in scala 1:1, di un tursiope, di un delfino comune e di una stenella. Una finestra, insomma, sul Santuario dei Cetacei e sui suoi meravigliosi abitanti.

“Ancora una volta l’Ente Parco ha risposto alle esigenze dell’Isola di Capraia realizzando una struttura meravigliosa in grado di fornire informazioni e stimoli per conoscere con sempre maggiore dettaglio la nostra isola e l’area protetta nazionale”, dichiara con orgoglio Marida Bessi, sindaco di Capraia Isola. “Un progetto che consolida la partnership con il Parco Nazionale, ma che si allarga strategicamente anche alla Pro Loco, soggetto fondamentale per la promozione e l’animazione  a livello locale – conclude Marida Bessi – e alla Regione Toscana, sulla base della collaborazione relativa all’Osservatorio Toscano per Biodiversità.”

Raggiante il Presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri . “Abbiamo aggiunto un altro tassello al nostro sistema di strutture dedicate all’informazione turistica, al turismo sostenibile, all’educazione ambientale ed alla conoscenza del territorio. Lo abbiamo fatto in stretta sinergia con l’amministrazione locale e con la Pro Loco a suggellare un modo di operare che privilegia percorsi innovativi, partecipativi ed inclusivi. Di questo abbiamo bisogno per tutelare le risorse naturali nel nostro mare, delle isole di Toscana e per rispondere alle tante sollecitazioni che ci arrivano dal Ministero dell’Ambiente, dalla Comunità Europea e dagli organismi internazionali e che ci chiedono di rispondere agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile inseriti dell’Agenda ONU 2030”.

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa in visita al Parco Nazionale Arcipelago Toscano

 costa

Il Ministro dell’Ambiente  Sergio Costa in visita per tre giorni  al Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Visiterà  Elba, Capraia, Pianosa e Montecristo

Dopo aver visitato il Parco Nazionale del Gran Paradiso e il più recente Parco  Nazionale dell’Isola di Pantelleria, domenica 9 agosto il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare  Sergio Costa, insieme ad una delegazione ministeriale, sbarcherà nel pomeriggio all’Isola d’Elba in visita alla sede del Parco Nazionale Arcipelago Toscano all’Enfola.  Insieme ai vertici dell’Ente Parco - il Presidente Giampiero Sammuri, il Vice Presidente Stefano Feri e il Direttore del Parco  Maurizio Burlando - il Ministro Costa incontrerà una rappresentanza delle autorità locali, sindaci e forze dell’ordine e stampa. Ricco il programma di lunedì 10 agosto quando, grazie al supporto logistico della Guardia Costiera  e dell’Arma dei Carabinieri, il Ministro Costa sarà in mattinata a Capraia per visitare l’isola, incontrare il Sindaco e Presidente della Provincia di Livorno Marida Bessi  e  inaugurare il nuovo Centro di Educazione Ambientale ed Info Point dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità realizzato alla Salata e dedicato alle eccellenze ambientali ed archeologiche dell’isola ed al santuario Internazionale dei Mammiferi Marini. Nel pomeriggio la delegazione raggiungerà l’Isola di Pianosa dove verranno presentate al Ministro le attività di fruizione gestite dall’Ente Parco, i lavori di ristrutturazione della Casa dell’Agronomo, il nuovo allestimento del Museo delle Scienze Geologiche e Archeologiche e le Catacombe recentemente affidate in gestione al Parco da parte della Pontificia Commissione per l’Archeologica Sacra. Nel tardo pomeriggio, infine, il trasferimento all’Isola di Montecristo dove la delegazione ministeriale si tratterrà fino al giorno dopo per una breve visita, per poi fare rientro a Roma. (foto dal sito governo.it)

 

Comune e Parco Nazionale lanciano il Miglio Blu nel mare di Capraia

 

miglio2

 E’ indubbiamente un’estate ricca di novità per l’Isola di Capraia. Dopo gli interventi per valorizzare il patrimonio storico-culturale (i diversi palmenti riportati alla luce dopo un lavoro di scavo durato alcuni mesi) e la recente apertura della mostra archeologica dedicata al Guerriero di Capraia, dopo avare presentato un ricco programma di attività escursionistiche, il sea watching alla ricerca della foca monaca e lo snorkeling nelle baie più affascinanti, il Parco Nazionale lancia una nuova attrazione, concordata e realizzata con l’amministrazione comunale.

Si tratta del Miglio Blu di Capraia, un corridoio riservato alla balneazione in sicurezza, destinato all'attività di nuoto libero in mare aperto, swimtrekking e snorkeling. Le ventidue boe (alcune delle quali dotate

di segnalazione luminosa notturna) sono state collocate ad una distanza di 50 mt l'una dall'altra lungo una linea immaginaria che si sviluppa davanti all’abitato di Capraia, tra la zona estrema a sud del porto, poco prima della Grotta sotto la Torre (accessibile a tutti da terra), e la Torretta al Bagno, anch'essa accessibile da terra, con un tragitto lungo circa 1100mt e largo circa 20-25 mt. Il percorso in andata e ritorno consente di nuotare praticamente per un miglio nautico.

 

Leggi tutto

5 agosto cerimonia di intitolazione del CEA di Lacona a Raffaello Foresi

locandina foresi lacona

Si terrà il 5 agosto alle ore 19,00 la cerimonia di intitolazione a Raffaello Foresi del Centro di educazione ambientale di Lacona. L’iniziativa rientra negli eventi del bicentenario della nascita di questa importante figura ottocentesca, “ingegno multiforme elbano” intellettuale animatore dei salotti culturali fiorentini, appassionato geologo e paletnologo, uomo di cultura, politico e giornalista.
Interverranno alla cerimonia Giampiero Sammuri, Presidente del Parco nazionale Arcipelago Toscano, Walter Montagna Sindaco di Capoliveri, Angelo Zini Sindaco di Portoferraio, la Dr.ssa Ilaria Monti, storica, e il Prof Luca Maria Foresi, geologo.
Raffaello Foresi nasce a Portoferraio nel 1820. Trascorre la giovinezza fra Portoferraio e Lacona con la famiglia. Il nome di Raffaello Foresi è legato indissolubilmente alla storia ed al territorio elbano, a lui è intitolato l’Istituto Statale d’Istruzione Superiore di Portoferraio, a lui è attribuita la scoperta dell’età della pietra nell’Arcipelago Toscano, a lui si deve la formazione di una raccolta di minerali e reperti archeologici. Molti sono stati inoltre i suoi contributi in campo storico, archeologico, pittorico e musicale.

Raffaello Foresi lascia un vero patrimonio di conoscenze e di reperti, ma anche la testimonianza di una vita appassionata dedicata alla libertà, alla scienza, alla conoscenza e alla divulgazione. Per questa ragione gli è stato dedicato il Centro di Educazione Ambientale di Lacona; località dove ha trascorso parte della sua vita, ha trovato rifugio nel 1849 e dove, a poche centinaia di metri da qui, ha scoperto l’età della pietra elbana. Intitolare a Foresi il Centro del Parco è stata una scelta naturale: l’intera sua vita è un esempio di ricerca e di passione per la conoscenza, una passione che il Centro di Educazione Ambientale di Lacona vuole contribuire a promuovere nella comunità locale e nei visitatori del Parco lasciandone testimonianza alle nuove generazioni. Il CEA sarà dotato di nuovi pannelli dedicati allo studioso con materiali informativi sulla vita, sul pensiero e su quanto è stato scritto su di lui, tradotti anche in inglese.

 

 

Allegati:
Scarica questo file (R. Foresi la vita e le opere.pdf)R. Foresi la vita e le opere.pdf[ ]1415 kB

Completata nell’Isola del Giglio e a Giannutri la manutenzione dei sentieri gestiti dal Parco

sentieri giglio 2
 
Nelle scorse settimane l’Ente Parco ha terminato gli interventi di manutenzione della rete sentieristica all'interno del perimetro del parco, anche all’Isola del Giglio.
 
Gli interventi - realizzati con il coinvolgimento di un’azienda locale - sono consistiti essenzialmente in azioni di defrascamento, sistemazione del livello di calpestìo, scalinature, opera di regimazione delle acque e rinforzi in alcuni tratti dei percorsi. Nove i sentieri oggetto della manutenzione, per uno sviluppo di poco più di 14 chilometri.

Leggi tutto

Snorkeling con il progetto Interreg Neptune all’Isola di Capraia

snorkeling capraia mod mod mod B
 
Lo snorkeling è un'attività  che può essere fatta da chiunque, basta un minimo di attrezzatura per ammirare la bellezza dei fondali dell’isola di Capraia. Il mare qui ha una incredibile trasparenza che rende questa esperienza indimenticabile per la ricchezza di specie ed habitat protetti.   Il mare di Capraia tra l’altro in questi giorni offre incontri speciali con la natura, continuano infatti gli eccezionali avvistamenti della foca monaca  raccontati dai turisti, una specie molto rara che da decine di anni non si era fatta più vedere. 
 
Il Parco ha organizzato 12 uscite di snorkeling con guida parco  gratuite, nell’ambito delle attività previste dal progetto Neptune, finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Italia Francia Marittimo 2014-2020 (http://interreg-maritime.eu/home)  e finalizzato a favorire lo sviluppo sostenibile delle attività ricreative e professionali subacquee, garantendo e sviluppando la tutela degli habitat marini e costieri ad elevato valore naturalistico e culturale. Il calendario snorkeling  prevede le uscite per 29 e 30 luglio, 5, 6, 12, 13, 16, 18, 19,22, 26 e 27 agosto . E’ necessario prenotare con  Info Park tel. 0565 908231 oppure presso il Centro di educazione ambientale  “La Salata” a Capraia  chiamando 320 9606560.  
 

Leggi tutto

Plastic Busters MPAs al lavoro nell’Arcipelago Toscano per il campionamento del marine litter

 DSC04848

Plastic Busters MPAs al lavoro nell’Arcipelago Toscano

Prosegue nelle acque dell’Arcipelago Toscano la campagna di campionamento del “marine litter - ML”;  una rete di punti di monitoraggio è stata  messa a punto da un paio di anni e alcuni dati sono già disponibili grazie al lavoro  svolto nell’ambito del progetto INTERREG MED  Plastic Busters  MPAs.

Il partenariato è  molto  ampio e oltre al Parco Nazionale  coinvolge altri 14  partners e 17 Partners associati di 6 paesi del Mar Mediterraneo con il fine di monitorare, mitigare e governare l’impatto delle plastiche e di altri tipi di rifiuti sugli ecosistemi marini di 4 diverse Aree Marine Protette del Mediterraneo, tra le quali il Santuario Pelagos e l’Arcipelago Toscano. Il progetto nasce grazie alla collaborazione di Istituti e Enti di gestione di area protette consapevoli  della fragilità degli organismi marini  e degli effetti di una delle principali minacce presente nel bacino mediterraneo: la contaminazione da ML.

 Alcuni lavori scientifici  relativi alla situazione nelle acque dell’Arcipelago erano già stati pubblicati nel 2017, evidenziando che la presenza di hot spot di microplastiche in una particolare zona definita “Capraia Gyre”, era solo stagionale e transiente,  legata ad un  cambio di correnti in questa area. Tutto ciò ha stimolato i ricercatori di Plastic Busters MPAs a proseguire le indagini per ottenere informazioni corrette sullo stato di salute del Santuario Pelagos ed in particolare dell’Arcipelago Toscano.

A questo proposito nella primavera-estate 2019,  otto istituzioni europee (UNISI, ISPRA, IFREMER, l’Ufficio dell’Ambiente della Regione Corsica, PNAT, LAMMA, CIMA, Pelagos Secretary)   coordinate dall’Università di Siena e dall’Istituto Superiore per la Protezione e la ricerca Ambientale – Ispra, hanno realizzato la più ampia attività di monitoraggio mai effettuata in questa area.  L’intero progetto di campionamento  si è basato sui dati di un modello di distribuzione del ML  realizzato dal Consorzio Lamma  che ha ampiamente confermato quanto accennato in precedenza:  alcune aree, ubicate nelle vicinanze di  Capraia e Gorgona, sono soggette solo ad accumuli transienti di microplastiche, accumuli che possono dissolversi nel giro di ore o pochi giorni.  Sul campo al lavoro  34 ricercatori che, in 35 giorni, hanno percorso più 2226 miglia marine raccogliendo più di 140 campioni di microplastiche superficiali nell’area dell’Arcipelago Toscano e del Santuario Pelagos, realizzando  280 monitoraggi di “macro litter (rifiuti di dimensioni consistenti)”  superficiale in parallelo a 300 transetti di osservazione del biota. Durante questa enorme campagna di monitoraggio,  sono state raccolte 47 biopsie di cetacei, più di 150 campioni  di invertebrati del neustonmneustonici, 40 campioni di pesci lanterna, 120 campioni di mitili e 750 esemplari di specie edibili di pesci. Inoltre vengono regolarmente effettuate sulle spiagge delle isole dell’Arcipelago Toscano e delle coste del Santuario Pelagos monitoraggi stagionali della ML al fine di individuare  quali siano i rifiuti più abbondanti e le relative sorgenti, informazioni indispensabili  per attivare appropriate misure di mitigazione.

Ad oggi sono già disponibili i primi dati.  Le concentrazioni di microplastiche  nell’area dell’Arcipelago Toscano variano da valori pari a 0,016 items/m2 ritrovati lungo le coste dell’Isola di Montecristo a valori di 3,205 items/m2 lungo le coste dell’isola di Gorgona, con una concentrazione media per l’intera area di 0,369 ± 0,607 items/m2 (369.000 ± 607.000 items/km2). Per quanto riguarda il “macro litter”, le concentrazioni variano da 0 items/m2 a 0,004 items/m2 ritrovati in prossimità dell’Isola d’Elba, con una concentrazione media pari a 0,0006 ± 0,0006 items/m2 (592.600 ± 577.700 items/km2). Questi dati  sono in linea con le concentrazioni a livello mediterraneo. Nel prossimo autunno  le analisi delle informazioni raccolte proseguiranno, con l’obiettivo di  validare  i modelli previsionali di accumulo e soprattutto rispondere al quesito più importante: quale è l’impatto della marine litter sulla biodiversità che caratterizza le acque dell’Arcipelago Toscano? Un lavoro costante  e preciso che impegnerà i tecnici fino alla conclusione del progetto, prevista nel 2022.

Per info sul Progetto
https://www.islepark.it/conoscere-il-parco/progetti-in-corso/97-progetto-plastic-buster-mpas

Altri articoli...

logo isoleditoscana MaB   IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

VALORIZZAZIONE DELLE AZIENDE E DELLE PRO…

19-01-2021

INVITO ALLA VIDEOCONFERENZA &nbs...

Mobilità sostenibile, efficientamento en…

18-01-2021

Mobilità sostenibile, efficientamen...

Orario apertura Ufficio Protocollo Ente …

05-01-2021

  Orario apertura Ufficio P...

NUOVO CORSO PER IL RILASCIO DEL TITOLO …

04-01-2021

  Con provvedimento del D...

Le attività di ricerca e di catalogazion…

29-12-2020

Con il recente accordo triennale tr...

Chiusura al pubblico uffici e punti info…

22-12-2020

 Nella Foto il Forte Inglese...

22 dicembre 2020 Giornata della Traspare…

18-12-2020

  Il Presidente Giampiero S...

A gennaio previsto l'avvio della progett…

03-12-2020

Ben trentanove le candidature pre...

L’Istituto di Geologia Ambientale e Geoi…

30-11-2020

Per rafforzare l’impegno per la t...

Un patto per tutelare il patrimonio geol…

27-11-2020

Un patto tra il Comune di Rio...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ca…

19-11-2020

    Durante il 2020 l’E...

Chiusura al pubblico Info Park a Portof…

17-11-2020

    Si comunica che l...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento