• pianosa1
  • elba
  • capraia
  • giannutri
  • giglio
  • gorgona
  • montecristo
  • Pianosa L'isola del silenzio

  • Elba la regina dell'Arcipelago

  • Capraia natura selvaggia emersa dal mare

  • Giannutri il gioiello nel blu

  • Giglio la perla delle baie turchesi

  • Gorgona una splendida isola carcere

  • Montecristo un tesoro di biodiversità

Monte Capanne: filoni aplitici

Il Monte Capanne (isola d’Elba), completamente granodioritico, rappresenta la più grande massa intrusiva affiorante della Provincia Magmatica Toscana. Dai dati geochimici si ipotizza che questa massa sia stata originata da un magma derivato dalla fusione parziale di sedimenti argillosi metamorfosati. Intorno a questa massa granitica si distribuirono i filoni aplitici, porzioni di magma incandescente che, infilandosi nelle spaccature delle rocce preesistenti (granodiorite), si raffreddarono velocemente. Durante questo processo si formarono nuovi cristalli, tipicamente zonati, quali la tormalina, il berillo, e i granati. I cristalli più belli si formarono nei nuclei quarzosi al centro dei filoni.

La tormalina, se presente, è un indicatore del grado di evoluzione di questi. Tale minerale, potendo cambiare di composizione durante la crescita, registra il mutare delle condizioni chimiche dell’ambiente in cui si forma; tale mutamento si traduce in un cambiamento di colore dei cristalli, che con grado di evoluzione via via maggiore passano dal nero, al verde, al giallo, al rosa ed al rosso. I filoni possono avere forme regolari e irregolari ed hanno spessori che da qualche millimetro raggiungono circa 2 metri e lunghezze che possono arrivare a 15-20 metri. I filoni aplitici sono ben individuabili lungo il perimetro del comprensorio del Monte Capanne e si riconoscono come strati più chiari all’interno di ammassi rocciosi di colorazione più scura. Le cristallizzazioni di minerali più belle si trovano soprattutto lungo il margine orientale, nelle località di S. Piero e S. Ilario. Molti degli spettacolari cristalli di tormalina presenti nei musei di tutto il mondo provengono sicuramente dai filoni aplitici elbani.

isole MAB 2021
IT logo CETS    logo federparchi logo iunc

Ultime News

Motociclisti in piena area protetta sui…

19-10-2021

Grazie al pronto intervento dei m...

Un Mare di Nuoto: con Neptune nelle acqu…

07-10-2021

Sabato 16 e Domenica 17 Ottobre s...

Gli eventi della “Settimana del Pianeta …

06-10-2021

La geologia dell’Isola d’Elba è r...

Conoscere Mola e le sue creature. Appunt…

29-09-2021

Domenica 3 ottobre Legambiente Ar...

5 ottobre 2021 il programma della Giorna…

27-09-2021

    Il Parco Naz...

Il Parco sotto esame per il rinnovo dell…

24-09-2021

Il Parco sotto esame per il rinno...

Si arricchisce la rete sentieristica de…

17-09-2021

  Sono stati completati in ...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano p…

07-09-2021

Riflettori accesi sul Parco Nazio...

Iscrizioni ancora aperte per il corso d…

24-08-2021

C’è ancora tempo fino alle 24:00 ...

Inaugurata l’Aula VerdeBlu “Giovanna Ner…

24-08-2021

Presenti all'evento il Presidente...

Vivere il parco in sicurezza nel Parco N…

04-08-2021

  Cinque brevi video per pr...

Inaugurata a Capraia la mostra “La Vener…

02-08-2021

Foto Fabio Giudi Inaugurata a Ca...

Portoferraio  (LI) 57037 - Località Enfola n.16 

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento