• immagine testa sentieri low

Percorso della Pieve di San Giovanni

  • Partenza:

    Strada Prov.le n. 37 del Monte Perone (visita virtuale street icon m)

  • Arrivo: Strada Prov.le n. 37 del Monte Perone
  • Tempo medio: 1 ora e 5 min.
  • Lunghezza: 3,2 km
  • Difficoltà percorso: per famiglie
  • Dislivello in salita: 174 m
  • Ubicazione: Elba Occidentale
  • Sentieri percorso:

    n. 124, n. 107, n. 111

  • Panoramico: ●●●○○
  • Pianeggiante: ●●●●○
  • Ombreggiato: ●●●○○
  • Punti di interesse:

    Pieve di San Giovanni street icon m | castagneto street icon m


L'inizio e la fine di questo percorso si trovano sulla Strada Provinciale n. 37 del Monte Perone e distano 8 km da Marina di Campo. Si parte dalla Pieve di San Giovanni, la principale delle sedici chiese romaniche realizzate all'Isola d'Elba tra l'XI ed il XII secolo. Si tratta di edifici tipicamente semplici e sobri, caratterizzati da un campanile a vela, corpo unico con il resto della struttura, collocato al di sopra della finestra cruciforme posta sul frontale. Si imbocca il pianeggiante sentiero n. 124 inoltrandosi in un castagneto, risultato dell'antica azione antropica, ormai parte del paesaggio naturale. Questo albero, coltivato sulla montagna elbana fin dal XIV secolo, veniva sfruttato sia per la produzione di legno pregiato che per la raccolta dei frutti. Le castagne, infatti, fresche, secche o ridotte in farina, hanno rappresentato per secoli la principale fonte di sostentamento per gli abitanti del versante occidentale del monte Capanne. Camminando all'ora del tramonto in silenzio, non è raro avvistare mufloni o cinghiali che, non appena si accorgono della presenza di escursionisti, fuggono nella macchia. Arrivati al bivio con il sentiero n. 107 che sale da San Piero si svolta a destra. In primavera qui abbondano le fioriture bianche dell'erica arborea e del cisto marino e quelle gialle della ginestra di Spagna. Al termine della salita, al crocevia di quota 506 m, si imbocca sulla destra il sentiero n. 111, breve pista forestale caratterizzata da un piano di calpestio sabbioso, risultato dell'azione degli agenti atmosferici sulla roccia granitica circostante. Siamo nel regno del granito, i grandi massi tondeggianti che si notano tutt'intorno sono il risultato di complessi fenomeni geologici che hanno appassionato gli studiosi di tutto il mondo e generato straordinari minerali conservati nei musei più prestigiosi. Ai bordi della strada vegetano rigogliose in primavera le felci aquiline, che sono tipiche degli ambienti degradati. In effetti, l'Uomo, tramite attività di coltivazione, pastorizia, incendi e rimboschimento ha modificato la vegetazione originaria. Ciò che vediamo oggi, apparentemente naturale, ne è il risultato: in particolare in questa zona, sfruttando la presenza di aree pianeggianti, venivano pascolati gli ovini e coltivato il grano. Al termine del sentiero si percorre in discesa un breve tratto di strada asfaltata per ritornare al punto di partenza.

isole MAB 2021
IT logo CETS    logo federparchi logo iunc

Ultime News

Trofeo un mare di nuoto Isola d'Elba

20-05-2022

Il nuoto in acque libere torna lu...

Il Consiglio Direttivo del Parco ha res…

18-05-2022

Il Consiglio Direttivo riunitosi ...

Capraia Il valore dell'accoglienza della…

11-05-2022

Anche  il PNAT collabora all’o...

Interventi a Galenzana-Capo Poro: il Par…

09-05-2022

Interventi a Galenzana-Capo Poro:...

La conservazione della biodiversità è il…

07-05-2022

(Foto Gabbiano Corso A. De Faveri...

Firmato il rinnovo del Protocollo d' Int…

20-04-2022

GDF ROAN LIVORNO: RINNOVO PROTOCO...

Apre la nuova Casa del Parco all’Isola d…

19-04-2022

  Apre la nuova Casa del Pa...

Taglio del nastro al nuovo allestimento …

14-04-2022

  Il Comandante del Comando...

PLASTIC BUSTER MPAs INFO DAY NAZIONALE …

13-04-2022

Plastic Busters MPAs “INFO DAY” It...

Certificate con la CETS le prime 32 stru…

11-04-2022

    Certificate con la ...

Blue Marine Foundation collabora a un pr…

29-03-2022

  Foto R. Ridi per il PNAT ...

Portoferraio  (LI) 57037 - Località Enfola n.16 

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento