• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

Farfalle d'Agosto

Già a maggio avevamo riportato la notizia della vistosa e prolungata migrazione di farfalle che a partire da aprile ha attraversato il territorio del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano.

L'evento in realtà ha avuto un respiro molto più ampio interessando l'intero territorio nazionale e la notizia dello spostamento di migliaia e migliaia di Vanesse del Cardo, rinomata specie migratrice, ha occupato numerose pagine dei forum naturalistici sul web, rimbalzando inoltre sulle carta stampata e nei servizi televisivi fino a diventare un vero e proprio caso. Il culmine della migrazione sembra aver avuto luogo sulla penisola italiana proprio tra maggio e giugno, con il susseguirsi di diverse ondate dei colorati lepidotteri.

La scorsa settimana le isole dell'Arcipelago hanno visto un ulteriore flusso delle Vanesse e da testimonianze raccolte a Montecristo, Pianosa, Elba e Capraia, grande era il numero di esemplari che potevano essere sorprendentemente osservati arrivare dal mare per assieparsi sulle fioriture spontanee di stagione o sulle Lantane ed altre ornamentali coltivate nei giardini isolani, per fare il pieno di nettare e poter così continuare il percorso sempre più a Nord.  

Gli esperti entomologi tranquillizzano parlando di una normale esplosione demografica dovuta a condizioni ambientali particolarmente favorevoli, fenomeno che si ripete di tanto in tanto negli anni e che ha dato il via allo spostamento dei lepidotteri a partire dai paesi del Nord Africa, dove è nata la gran parte delle farfalle che giunge fino a noi, per migrare sempre più a settentrione fino ad arrivare nei paesi del Nord Europa.

Gli esemplari in migrazione di Vanessa del Cardo (Cynthia cardui), dalla bella colorazione nera ed arancione variegata da numerose macchie bianche che gli è valsa la suggestiva denominazione anglosassone di "painted lady" (la dama dipinta), si aggiungono alle numerose specie di lepidotteri presenti all'Elba e sulle isole di Toscana, descritte dal recente volume "Le Farfalle dell'Arcipelago Toscano"  di Leonardo Dapporto e Ornella Casnati,  pubblicato dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano.

Proprio all'Elba è stato recentemente inaugurato il Santuario delle Farfalle intitolato alla memoria della appassionata ricercatrice Ornella Casnati: un percorso naturalistico realizzato da Legambiente, con il contributo di Enel, del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e del Ministero dell'Ambiente, situato sulle pendici del Monte Capanne, luogo particolarmente ricco di farfalle , tra le quali alcune esclusive dell'isola.

vanessa del cardo

 (foto e testo Antonello Marchese)

Il Parco ha chiesto aiuto al Ministero dell'Ambiente per rafforzare la dotazione antinquinamento

 Quello che è accaduto Domenica 9 agosto poteva trasformarsi in un disastro. Fortunatamente la capacità operativa della Capitaneria di Porto di Portoferraio ha permesso di superare una grande vulnerabilità, intervenendo con tempestività e con i pochi mezzi a disposizione. In tal modo si è potuto limitare i danni grazie ad una cooperazione fattiva tra la protezione civile, le amministrazioni locali, volontari residenti  e bagnanti che hanno improvvisato squadre efficienti.

Il Parco Nazionale ha immediatamente contattato il  Direttore Generale del Ministero dell'Ambiente per ottenere un contributo straordinario per acquistare panne e solventi da mettere a disposizione in caso di emergenza, in attesa di poter contare ancora sull'attività di antinquinamento a mare della Castalia, il cui servizio non è attualmente attivo.

Il Reparto Ambientale Marino (RAM) del Ministero dell'Ambiente ha inviato nella mattinata di ieri un aereo per monitorare la situazione lavorando a stretto contatto con la Capitaneria di Porto di Portoferraio ed il Ministro Prestigiacomo ha elogiato l'operosità dimostrata.

"Sappiamo bene che l'Arcipelago Toscano è zona ad alto rischio di sversamenti  a causa della  concentrazione di rotte petrolifere - dice il Direttore Zanichelli - e che interesse di tutti prevenire questi episodi controllando adeguatamente i movimenti nell'area. Per questo l'Ente si è impegnato nel mettere a punto il progetto Argomarine, di cui il Parco è capofila, già finanziato dalla Unione Europea con 3,5 milioni di euro e che partirà da settembre"  Argomarine, in pratica "un occhio che scruta il mare"  ha proprio l'obiettivo di creare una centrale operativa di controllo che si avvale di sofisticate attrezzature per il monitoraggio. In particolare, l'integrazione del rilevamento satellitare con un sistema di sensori chimici e ottici potranno consentire di acquisire in tempo reale i segnali di  sversamenti nel mare e stabilire con tempestività gli interventi idonei e le bonifiche opportune. Da un lato si punta a minimizzare i danni ma soprattutto si conta sull'effetto vigilanza come deterrente per i responsabili. L'impiego di una tecnologia avanzata e una rete di collaborazioni transfrontaliere con esperti che saranno all'opera per costruire il sistema di controllo che avrà bisogno di ancora due anni prima di mettere in atto le campagne di sperimentazione. Tali prove saranno svolte nel Parco dell'Arcipelago Toscano e nel Parco Nazionale dell'isola di Zacinto in Grecia, per poi essere estese a tutto il Mediterraneo. Infine ricordiamo che il sistema radar di Pianosa, da poco inaugurato alla Capitaneria di Porto, permette di esaminare le registrazioni del traffico nautico acquisite tramite il sistema AIS, per cui esaminando i dati memorizzati non si esclude di poter individuare  i colpevoli.

Il Parco ringrazia la Capitaneria di Porto di Portoferraio e tutti coloro che fisicamente hanno arginato la pericolosa macchia nera.

rottepetroliere

Rotte delle peetroliere : clicca sulla mappa per ingrandire

 

Il Parco porta i prodotti dell'Arcipelago Toscano a Festambiente

 

Il Parco Nazionale è a Festambiente, anche quest'anno, con il suo stand. Un festival internazionale di ecologia e solidarietà presente in Europa ormai alla sua ventunesima edizione, che si estende su tre ettari di territorio nel cuore della Maremma   a Rispescia (GR) Loc Enaoli dal 7 al 16 agosto. Nella serata inaugurale la rassegna "Parchi a Tavola" vedrà protagonisti alcuni dei prodotti tradizionali dell'Arcipelago Toscano, che saranno presentati nel corso di una cena con la descrizione accurata degli ingredienti, delle aziende produttrici, accompagnati dalla storia del prodotto, dalle ricette tradizionali e dagli strumenti e dall'artigianato tipico. Un invito sensoriale al gusto e all'olfatto, che lascerà il segno e che invoglierà a visitare i luoghi di produzione all'interno del Parco Nazionale dove anche la vista sarà appagata per la bellezza dei luoghi e della natura.

Si comincerà con l'antipasto di formaggi dell'isola di Gorgona : il pecorino e la provola, prodotti dai detenuti dell'ultima colonia penale agricola su un'isola.

stand festambiente

Si proseguirà con l'Elba e il suo dolce simbolo: la "Schiaccia Briaca", offerta dalla storica pasticceria Muti e Lupi di Rio Marina, che ha recuperato l'antica ricetta di fine ottocento, quando al semplice pane azzimo, che i marinai portavano a bordo, è stato aggiunto l'aleatico o il moscato locali e l'Alchermes, diventando così il dolce delle feste. Poi tocca  al Giglio con  il "Panficato" offerto dalla pasticceria "Fausto" di Giglio Porto, dolce a base di fichi, frutta secca, cioccolato e miele. I dolci saranno accompagnati dall'Aleatico passito dell'Elba DOC dell'azienda "Terre del Granito" di Vallebuia Seccheto, prodotto da uve coltivate in vigneti terrazzati testimoni di un'antica tradizione; le uve appassite su graticci esposti al sole, dopo affinamento in barriques, originano un vino dal colore rosso rubino con riflessi rosso granato, che risalta all'olfatto per le note di mora selvatica, confettura e rose.

Un ringraziamento va alle ditte che hanno offerto i prodotti per questa iniziativa che aiuta a promuovere l'Arcipelago e alla Casa di Reclusione di Gorgona e al suo Agronomo Francesco Presti: un modello alternativo e innovativo di lavoro penitenziario, in sintonia con le finalità di effettivo recupero personale e di corretto reinserimento lavorativo e sociale dei condannati, che apre le porte del carcere all'imprenditoria privata. che sarà presente al Festival

E...STATE CON IL PARCO: QUESTA SERA APPUNTAMENTI a RIO MARINA e a CHIESSI

 

Proseguono gli incontri serali nelle piazze dell'Elba per far conoscere le attività all'aria aperta promosse dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano in collaborazione con altri partner. Oggi, 5 agosto, due appuntamenti serali: a Rio Marina, nella piazzetta sul lungomare, con l'amministrazione comunale, sarà presente la guida Parco Antonello Marchese, per raccontare il piacere dell'escursionismo lungo i sentieri che attraversano in lungo e in largo l'Elba e le isole minori. Nella Piazza delle Ginestre a Chiessi sarà invece presente il direttore Franca Zanichelli, per condurre il pubblico ad un abbraccio con il mare attraverso le esperienze straordinarie di due personaggi, Pierluigi Costa e Lionel Cardin, che nuotano con armonia e senso nel regno del dio Nettuno.  Due momenti per gustare il Mediterranean Live che trasmette una splendida natura a questi scogli rocciosi e colora i fondali di tutte le tinte del turchino.

Antonello parlerà degli itinerari nelle miniere e lungo i crinali per ammirare lo stretto connubio tra il lavoro dell'uomo e il paesaggio; ricorderà l'iniziativa della scorsa primavera del Festival del Camminare che, tra aprile e maggio, ha generato un calendario di quasi 300 escursioni per tutti gusti e per le diverse aspettative: dal trekking supersportivo alla passeggiata emozionale sotto la volta stellata. Tante persone si sono incontrate e hanno conosciuto i testimoni dell'accoglienza locale attraverso la degustazione dei prodotti tipici e la narrazione di pagine di storia. Un appuntamento che verrà ripetuto anche il prossimo anno, grazie alla collaborazione di una rete di soggetti pubblici e privati per fare apprezzare il territorio anche al di fuori della classica stagione estiva.

miniere

Di segno profondamente emozionale è la proposta di seguire i due nuotatori che narrano le bellezze del mare attraverso il loro contatto passionale con l'acqua: il dondolio delle onde, il fresco frusciare delle correnti subacquee, lo sfiorare delle meduse e il respiro del corpo umano che dona forza e vitalità a due atletici messaggeri del concetto di rispetto dell'ambiente marino. La proiezione di filmati che documentano le imprese di attraversamento a nuoto di grandi distanze, coperte in ore e ore di bracciate instancabili grazie alla profonda immedesimazione con l'ambiente acquatico, farà vivere al pubblico la personale vicenda di Pierluigi e Lionel che svolgono la loro attività con l'intento di sensibilizzare le persone al rispetto e alla tutela del mare. Un messaggio chiaro per coinvolgere tante più persone in una sfida davvero importante: mantenere l'ambiente pulito e ospitale in grado di far vivere sotto il pelo dell'acqua una moltitudine di piccoli organismi, grandi banchi di pesci, allegre compagnie di tursiopi ma anche solitari cetacei vagabondi che solcano le oscure profondità. Delfini e balene riemergendo saltuariamente per far scorta di ossigeno, permettono ai ricercatori di studiarne abitudini e comportamenti. Grazie alla rete dei gruppi di esperti corso-francesi, sardi, liguri e toscani che operano in sintonia su diversi progetti, si stanno acquisendo dati preziosi per individuare le azioni di salvaguardia da adottare nel Santuario transfrontaliero dei Cetacei Pelagos.

chiessi 

Arrivano i premi per chi difende le rondini

Nell'ambito del  censimento dei nidi di rondini e balestrucci, il  Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano in collaborazione con Legambiente Arcipelago, ENPA, WWF, ArcheHir, EBN - Lo Strillozzo hanno individuato le persone da premiare a conclusione del progetto  "La casa della Rondine 2009". Si tratta di 35 soggetti, privati o gestori di locali pubblici, che hanno ospitato i nidi di questi preziosi alleati dell'uomo nel controllo degli insetti dannosi alla nostra salute. Si pensi che una coppia di rondini, durante il periodo riproduttivo, cattura in media 6000 insetti al giorno e di conseguenza, per allevare una covata di  4-5 rondinotti, deve procurare almeno 150.000 insetti !

E' bene sapere che dei 170 grammi di insetti che una rondine cattura ogni giorno ben il 90 % è costituito da mosche e zanzare.

I soggetti premiati sono stati segnalati dalle schede compilate dalle scolaresche che hanno aderito al progetto lanciato nello scorso maggio; molte informazioni sono state raccolte da privati cittadini che hanno comunicato dati utili su siti di nidificazione presso le proprie abitazioni o altre strutture. Quest'anno sono pervenute informazioni dai paesi di Pomonte, Chiessi, Marciana e dintorni, Procchio, Marciana Marina, Marina di Campo, Fetovaia,  Seccheto, varie località di Capoliveri, Portoferraio e  Porto Azzurro.

I primi ad essere premiati saranno gli abitanti di Pomonte e Chiessi, nella serata di mercoledì 22 alle ore 21,30 nel corso di una iniziativa pubblica organizzata in collaborazione con il Comune di Marciana e con l'Associazione "Il Calello" nella piazzetta di Pomonte. A conclusione di un breve incontro sull'importanza delle rondini per la salute umana con proiezioni di immagini curate da Francesco Mezzatesta, verranno assegnate le targhe artistiche prodotte dalla ceramista Ida Solimeno. In calendario sono già programmate altre serate estive per effettuare le successive premiazioni negli altri abitati. 

In questo 2009 sono stati individuati solo alcuni siti e sicuramente sono ancora numerosi i luoghi di nidificazione sull'isola non schedati. Molte persone amiche delle rondini che, per vari motivi, non sono rientrate nel censimento potranno far pervenire al Parco una loro comunicazione per segnalare la loro adesione per un  riconoscimento per il prossimo anno. 

Si segnala infine che il premio è stato assegnato a chi ha ospitato tanti nidi, a chi ha favorito la presenza dei migratori difendendo attivamente le coppie contro chi voleva distruggere i nidi e a chi ha realizzato piccole mensole per raccogliere gli escrementi cercando di far convivere la presenza dei piccoli uccelli con le attività umane. 

Infine ecco la motivazione del premio. "Per avere permesso e difeso la nidificazione presso la propria residenza di preziose coppie nidificanti di rondini e/o balestruccio dimostrando di avere compreso l'importanza di questi uccelli nell'ecosistema naturale e per la difesa della salute. Rondini e balestrucci sono preziosi aiutanti dell'uomo che limitano il numero di insetti dannosi come mosche e zanzare in tal modo riducendo il ricorso a insetticidi e altre sostanze chimiche che viceversa rappresentano un  pericolo per  la salute umana".

Il Comune di Marciana e il Parco aprono la Casa del Parco con un nuovo programma

Il sindaco di Marciana Anna Bulgaresi e il Direttore del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano Franca Zanichelli,  di fronte  ad un folto pubblico di amministratori, abitanti locali e turisti, hanno dato il via,   sabato 11 luglio, all'attesa riapertura della Casa del Parco. Situata presso la Fortezza di Marciana la Casa del Parco è una struttura didattico divulgativa dotata di tutte le caratteristiche di un Centro visite. L'iniziativa, che si inserisce nel progetto di rilancio turistico della zona,  era molto attesa dopo che nel recente passato non vi erano state le condizioni per garantirne la fruizione pubblica e le sale espositive erano rimaste per troppo tempo chiuse. La gestione dell'apertura è sostenuta economicamente dal Parco ed è organizzata del Comune di Marciana che intende promuovere l'occupazione giovanile

I turisti e gli appassionati di storia e natura potranno da mercoledì 15 (orario dalle 17 alle 20) visitare la Casa del Parco e conoscere il valore del patrimonio naturale e culturale del territorio. Le sale sono arricchite da pannelli didattici e gigantografie di dettaglio della macchia mediterranea e dei fondali marini  che circondano le isole sapientemente  disegnati per invitare al riconoscimento delle specie.  In altre stanze sono presenti illustrazioni fotografiche della cultura rurale e modelli tridimensionali delle strutture e attrezzi  utilizzati nella lavorazione del granito o per la coltura del castagno. Il percorso è anche arricchito dalla proiezione di filmati e da una sezione informatica;  molto importante sarà l'animazione di guide esperte che potranno rispondere direttamente alle curiosità del pubblico.

La novità di quest'anno sono però le giornate outdoor.  L'apertura settimanale prevede tre giornate di accoglienza  nella Casa e una giornata dedicata agli appuntamenti sul territorio che verranno di volta in volta dedicati alla scoperta della ricca rete sentieristica che si snoda nel cuore del Parco. Dalla stessa Casa si dipartiranno quindi escursioni guidate attraverso i vicini sentieri che si diramano attorno al massiccio del monte Capanne  (per informazioni sugli orari di apertura e sulle visite guidate chiamare il Comune di Marciana al n. tel.0565/901215 e chiedere della segreteria).

Inaugurato, oggi, 10 luglio, il sistema radar per il controllo del mare di Pianosa

in radar sito  

Alla presenza del Presidente Mario Tozzi e dell'Ammiraglio della Direzione Marittima Toscana Ilarione Dell'Anna, insieme a  tutte le forze dell'ordine e alle istituzioni locali si è svolta l' inaugurazione del sistema integrato di sorveglianza dell'area di tutela marina di Pianosa, presso la Capitaneria di Porto di Portoferraio. La strumentazione è stata acquistata dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano grazie ad un finanziamento straordinario concesso dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e sarà gestita dalla Capitaneria di Porto di Portoferraio in convenzione con il Parco.

Il radar è ora in funzione e abbiamo potuto osservare questa mattina in diretta il suo funzionamento grazie ad una presentazione dimostrativa nella sala della linguella di Portoferraio. Il sistema potrà  essere letto da due stazioni principali: l'isola di Pianosa e la sede della capitaneria a Portoferraio. Potrà ricevere da qualsiasi imbarcazione passi nel suo raggio d'azione di 72 miglia, un segnale con tutti i dati che la identificano (denominazione, viaggio, merci trasportate etc), l'operatore potrà trasmetterli e comunicare direttamente con essa. Il sistema è compatibile con il sistema nazionale VTS (Vassel traffic service).

Il software consente la definizione di zone e segnali di allarme visivo ed acustico automatico, ad esempio in caso di: nuova acquisizione di un bersaglio, bersaglio perso, deviazione dalla rotta prestabilita, violazione dei limiti di velocità, abbandono della posizione di ancoraggio, previsione di collisione con istallazioni fisse o altri bersagli in tracciamento.

La stazione server, istallata sull'Isola di Pianosa, conserva la registrazione dei dati radar di 7 giorni, con la possibilità di back up. La registrazione di fatto consente di dimostrare l'avvenuta violazione anche senza la necessità di contestazione immediata dell'infrazione.

L'impianto è stato fortemente voluto dal Presidente del Parco Mario Tozzi e grazie alla collaborazione stretta tra Parco e Capitaneria di Porto di Portoferraio e stato raggiunto l'obiettivo dopo più di un anno di lavoro.

"Un grande ausilio tecnico- afferma il Presidente Tozzi- che rende concreta la tutela del mare e la possibilità di un attento monitoraggio per tutto l'anno anche in chiave di contrasto al bracconaggio e all'inquinamento marino"

Concorso pubblico riservato alle categorie protette

Concorso pubblico per titoli ed esami, integralmente riservato alle categorie protette di cui alla Legge n°68/1999, per la copertura di :

n°1 posto di Operatore di Amministrazione – Area B – Posizione economica B1 del CCNL Enti Pubblici Non Economici.

E’ indetto un concorso pubblico per titoli ed esami, integralmente riservato alle categorie protette di cui alla Legge n°68/1999, per la copertura di n°1 posto a tempo indeterminato e a tempo pieno di Operatore di Amministrazione, area B – posizione economica B1 del CCNL Enti Pubblici Non Economici.

Il posto vacante è inserito nell’Area Amministrazione e contabilità, Servizio finanziario, e le mansioni sono quelle risultanti dall’allegato A “Declaratoria delle Aree” del CCNL relativo al personale non dirigente del comparto enti pubblici non economici per il quadriennio normativo 2006 - 2009 ed il biennio economico 2006 – 2007, sottoscritto in data 1/10/2007.

L’Amministrazione garantisce, ai sensi del D.Lgs. n°198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della L. 28 novembre 2005, n. 246”, parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro

scadenza 10 agosto 2009

clicca per scaricare il bando e il fac-simile di domanda (pdf)

Comunicazione al pubblico

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano rende noto che il Sentiero dell'Enfola, (Comune di Portoferraio) codificato con il n. 108 nella Carta Escursionistica dell'Arcipelago Toscano, nel periodo compreso dal 09-giu-2009 al 30-giu-2009 verrà interdetto al transito pubblico dall'area del parcheggio antistante l'ex-Tonnara, causa interventi di manutenzione ordinaria.

 

 I lavori del cantiere riguardano la sistemazione della strada sterrata che sale sul promontorio e che coincide con il tracciato naturalistico pedonale, nonché gli interventi di gestione forestale con finalità fitosanitaria dei pini domestici presenti lungo il percorso. Il progetto esecutivo redatto dall'Ufficio Tecnico del Parco Nazionale consentirà la riqualificazione di un percorso suggestivo nel cuore di una Zona di Protezione Speciale della Rete Natura 2000 che presenta inoltre importanti elementi di carattere  storico culturale. L'intervento viene attuato in collaborazione con L'Unione dei Comuni e con il contributo del Monte dei Paschi di Siena.

 tonenf2

Il rifacimento della strada sterrata esistente, oltre all'utilizzo in sicurezza da parte degli escursionisti e ciclisti, consentirà il transito ai mezzi impegnati nel servizio di pattugliamento e prevenzione incendi. Il cantiere è stato avviato appena le condizioni tecniche e meteorologiche hanno consentito l'inizio lavori.

Comprendiamo gli eventuali disagi conseguenti all'interruzione del passaggio in questa stagione e ci scusiamo con il pubblico che frequenta il territorio ma al termine del mese di giugno potremo garantire una migliore percorribilità per la fruizione turistica e una maggiore sicurezza per la tutela dell'area boscata.

Direttore

Parco Nazionale Arcipelago Toscano

 

Il Parco semplifica le prenotazioni per visitare le isole di Pianosa e Giannutri

 

pianosa

Un'importante innovazione tecnologica per aiutare imprese turistiche e cittadini

 

Dal  giorno 16 giugno è attiva la prenotazione e il pagamento via internet del ticket di accesso all'area protetta per le  isole di Giannutri e Pianosa.  Il nuovo sistema, che pone il nostro Ente all'avanguardia tra i Parchi Nazionali, permette agevolmente alle agenzie di viaggio, e,  per Giannutri, anche alle guide,  di prenotare le visite sempre e in tempo reale, tramite il sito ufficiale dell'Ente Parco  www.islepark.it, con una semplice registrazione iniziale. Il regolamento del servizio dettagliato è consultabile  sul sito.

 

Viene snellita in questo modo la procedura burocratica per la richiesta e il rilascio delle autorizzazioni  con risparmio di tempi e costi per l'utenza. Particolare attenzione è stata dedicata ai cosiddetti "last minute", infatti, l'operatore, fino all'ultimo minuto, potrà acquistare il biglietto per gli eventuali ritardatari, consultando, senza l'intermediazione del Parco, le disponibilità residue fino a raggiungimento dei limiti di accesso vigenti per le due isole (250 visitatori per Pianosa  e 300,  in due turni, per Giannutri) .

Altra novità, attiva tra breve: anche i singoli cittadini potranno, direttamente sul sito, consultare il calendario delle visite che mostrerà quali agenzie hanno in corso le prenotazioni per  visitare le due  isole.

Il sistema prevede una certa flessibilità e l'Ente  è disponibile a continuare la collaborazione, con gli operatori direttamente interessati al sistema, per migliorarlo e affinarne le prestazioni con l'intento di semplificare l'attività amministrativa nel rispetto dei compiti istituzionali di tutela dell'ambiente.

 

 

Altri articoli...

Ultime News

E..state nelle isole del Parco Nazional…

28-06-2018

  E..state nelle isole del ...

Bando per contributi a favore di progett…

11-06-2018

  L’Ente Parco Nazionale Ar...

Inaugurato Centro Educazione Ambientale …

08-06-2018

  6 giugno 2018  Inau...

Al Giglio, Elba e Capraia le iniziativ…

09-05-2018

    Al  Giglio, ...

25 aprile a Marciana si inaugura il Fe…

24-04-2018

  25 aprile inaugurazion...

Progetti di valorizzazione dell'area di …

26-03-2018

    Si invita alla co...

AVVISO IMPORTANTE per 10000 mani per Pia…

22-03-2018

AVVISO organizzativo importante p...

ATTENZIONE CHIUSE LE ISCRIZIONI PER 1000…

20-03-2018

Attenzione sono chiuse le iscrizi...

10000 MANI PER PIANOSA iscrizioni fino a…

15-03-2018

  Programma della Giornata ...

Consiglio Direttivo del Parco 6 marzo 20…

01-03-2018

  Il Consiglio Direttiv...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento