• delfini

Il Progetto Argomarine

logo argomarine
Automatic Recognition and Geopositioning integrated in a Marine Monitoring Network

http://www.argomarine.eu/

Concetto ed obiettivi

Lo scopo del progetto ARGO-MARINE [1] è di sviluppare un sistema integrato di controllo del traffico e dell’inquinamento marino all’interno di aree sensibili dal punto di vista dell’ambiente e della sicurezza. Il monitoraggio verrà realizzato mediante sofisticati strumenti di geoposizionamento elettronici e telematici connessi attraverso una rete di trasmissione dati. Dati da sorgenti differenti verranno raccolti in modo indipendente da sensori remoti ed inviati ad una unità centrale di acquisizione ed elaborazione dati. Lo scopo è di prevenire e controllare le possibilità di inquinamento all’interno di aree di particolare valore naturalistico. Altre aree che si potranno giovare di ARGOMARINE sono quelle aree naturalistiche vicine ad insediamenti industriali, e quindi a rischio di inquinamento per questo motivo.

Questo sistema verrà realizzato per mezzo della trasmissione dei dati telemetrici di navigazione, attraverso una rete ad alta velocità, ad un server centrale. Nel server centrale tutti i dati verranno analizzati e resi disponibili per l’uso via Web. Tutti i dati verranno convogliati in un sistema detto MIS (Marine Information System), una centrale di elaborazione dotata di capacità decisionali e di valutazione (sistema esperto) in grado di assistere le autorità preposte nella gestione dell’emergenza. Attraverso il sistema ARGOMARINE si otterrà un preciso controllo dei rischi di inquinamento in aree sensibili. Per monitorare l’inquinamento marino, verranno acquisiti dati da differenti sorgenti: dati SAR (Radar ad apertura sintetica) da satellite, analisi spettrale mediante strumentaione montata su imbarcazioni, oppure su supporti volanti (aerei ed elicotteri), nasi elettronici ospitati su boe autonome o su supporti AUV (Autonomous Underwater Vehicles) in grado di pattugliare larghe aree. Al tempo stesso, il tracciamento della posizione del traffico marino verrà effettuato mediante la tecnologia ARGO. Essa funziona come un sistema di posizionamento automatico sia mediante satellite che basi fisse a terra. Il controllo degli accessi in aree particolarmente sensibili e non accessibili alla copertura RADAR verrà effettuato anche mediante AUV e boe acustiche di segnalazione di tipo pop-up (rilanciabili e richiamabili da una base ancorata sul fondo marino). Tutti i dati da sensori, i dati del geoposizionamento, oltre ad informazioni dul meteo, confluiranno in una stazione centrale della MIS (Marine Information System), che in modo intelligente valuterà le possibili soluzioni ed allerterà le autorità preposte per gli interventi di antinquinamento.

[1] Nella mitologia, il cane Argo ha 100 occhi, metà dei quali aperti anche durante la notte.

LOGO UNESCO MAB En color.jpg    IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Inaugurazione nuovo punto informativo al…

16-10-2018

  VIDEO MONTECRISTO  ...

Collisione nel Santuario dei cetacei. Le…

12-10-2018

  Collisione nel Santuario ...

22 settembre ripartono le passeggiate co…

05-09-2018

  Le passeggiate elbane del...

Il Parco al lavoro per promuovere il tur…

30-08-2018

    Il 29 agosto il D...

Primi interventi sull’area umida di Mola

28-08-2018

    Mola (Capoliveri)&n...

Giampiero Sammuri risponde alla LAV sui …

09-08-2018

Sabato 4  agosto  è app...

Conferenza stampa di presentazione del n…

25-07-2018

  Il Presidente del Parco G...

E..state nelle isole del Parco Nazional…

28-06-2018

  E..state nelle isole del ...

Bando per contributi a favore di progett…

11-06-2018

  L’Ente Parco Nazionale Ar...

Inaugurato Centro Educazione Ambientale …

08-06-2018

  6 giugno 2018  Inau...

Al Giglio, Elba e Capraia le iniziativ…

09-05-2018

    Al  Giglio, ...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento