• immagine testa sentieri low

Sentiero Elba n. 260

  • Partenza:

    Cavo

  • Arrivo: Cavo
  • Tempo medio: 1 ora e 30 min.
  • Lunghezza: 4,1 km
  • Difficoltà sentiero: T
  • Dislivello in salita: 131 m
  • Ubicazione: Elba Orientale
  • Panoramico: ○○○○○
  • Pianeggiante: ●●●○○
  • Ombreggiato: ●●●●●
  • Punti di interesse:

    Mausoleo Tonietti


Il sentiero n. 260 unisce la parte nord dell'abitato del Cavo, nei pressi della Spiaggia di Capo Castello, con la GTE, nelle immediate vicinanze del Mausoleo Tonietti.
Il tracciato si snoda, con ampi tornanti, nell'estremità settentrionale dell'isola. La via è ampia e si inoltra in una fitta Macchia Mediterranea, dove è possibile osservare una straordinaria biodiversità vegetale per quanto riguarda arbusti e alberi mediterranei.
Si tratta dei cosiddetti boschi termomediterranei a dominanza di Leccio (Quercus ilex) con una buona rappresentanza di specie termofile, adattate a vivere in ambienti caldi, fra le quali spiccano il Lentisco (Pistacia lentiscus), il Mirto (Myrtus communis) e l'Arisaro (Arisarium vulgare), assenti o molto sporadici nelle fitocenosi mesofile, caratterizzate da piante che si adattano meglio al clima temperato.
Questa associazione vegetale occupa vaste aree della parte centrale e orientale dell'isola, mentre in quella occidentale è relegata sui versanti meridionali a quote inferiori a 400 m.
I toponimi della zona fanno riferimento alle piante che si possono osservare, come ad esempio la località tra Capo Vita e il Mausoleo Tonietti denominata Martella deriva da Mortella, nome volgare del Mirto (Myrtus communis).
La via sale con ampi zig zag sulle pendici del Monte Lentisco, affacciandosi sul mare nel bel tratto costiero che da Capo Vita conduce verso il Golfo di Portoferraio.
Il tracciato termina nei pressi del Mausoleo Tonietti, particolare edificio funerario in stile neogotico, edificato ai primi del 900, progettato dall'Architetto Adolfo Coppedè, per i Tonietti, quale tomba di famiglia e come monumento a Giuseppe Tonietti, primo affittuario delle miniere elbane.
Il mausoleo è costituito da un imponente torrione a pianta quadrata slanciato in verticale, preceduto da una scalinata. Questa sua particolare struttura suggerisce un richiamo al mondo navale, in particolare alla forma di un faro. La mancata autorizzazione cimiteriale ne impedì un impiego secondo la volontà dei committenti e contribuì al suo abbandono e degrado.

 

isole MAB 2021
IT logo CETS    logo federparchi logo iunc

Ultime News

Motociclisti in piena area protetta sui…

19-10-2021

Grazie al pronto intervento dei m...

Un Mare di Nuoto: con Neptune nelle acqu…

07-10-2021

Sabato 16 e Domenica 17 Ottobre s...

Gli eventi della “Settimana del Pianeta …

06-10-2021

La geologia dell’Isola d’Elba è r...

Conoscere Mola e le sue creature. Appunt…

29-09-2021

Domenica 3 ottobre Legambiente Ar...

5 ottobre 2021 il programma della Giorna…

27-09-2021

    Il Parco Naz...

Il Parco sotto esame per il rinnovo dell…

24-09-2021

Il Parco sotto esame per il rinno...

Si arricchisce la rete sentieristica de…

17-09-2021

  Sono stati completati in ...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano p…

07-09-2021

Riflettori accesi sul Parco Nazio...

Iscrizioni ancora aperte per il corso d…

24-08-2021

C’è ancora tempo fino alle 24:00 ...

Inaugurata l’Aula VerdeBlu “Giovanna Ner…

24-08-2021

Presenti all'evento il Presidente...

Vivere il parco in sicurezza nel Parco N…

04-08-2021

  Cinque brevi video per pr...

Inaugurata a Capraia la mostra “La Vener…

02-08-2021

Foto Fabio Giudi Inaugurata a Ca...

Portoferraio  (LI) 57037 - Località Enfola n.16 

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 | P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento