• sentieri

Capraia - Percorso dello Stagnone

Lunghezza: 10 km
Dislivello totale in salita: 450 m
Tipologia: escursionistico
Tempo medio percorrenza: 5 h 30 min
Difficoltà: fondo sconnesso con forte dislivello.

Come si raggiunge

Dal paese si imbocca la mulattiera che giunge alla Piana; si devia quindi sulla destra per lo Stagnone e si risale verso Monte delle Penne a quota 420 m; poi si discende in direzione del porticciolo attraversando l'ex colonia penale; quindi, superato il Vado del Porto, si imbocca l'antico viottolo sulla destra che riconduce alla piazzetta centrale dell'abitato.

Cosa si può osservare

ll sentiero inizia a fianco della chiesa di San Nicola attraversando aree aperte particolarmente interessanti per la fioritura primaverile di rare orchidee e di numerose piante campestri che si sviluppano ai piedi delle siepi. Dopo poche centinaia di metri si è già nel pieno della macchia bassa e lo sguardo abbraccia l'ampia vallata incisa da un piccolo ruscello temporaneo, il vado, segnato sul fondo da un nastro di oleandri spontanei. Verso monte, a perdita d'occhio, vi è una fitta boscaglia di Erica arborea, con cisti e Lentisco, che si dirada nell'area della Piana, dove si è affermata una fiorente azienda agricola che riutilizza le vecchie vigne terrazzate. Il luogo è particolarmente adatto per l'osservazione dei piccoli uccelli. Dopo questo primo tratto pianeggiante, si segue l'indicazione per lo Stagnone e il sentiero si innalza fino a raggiungere una prateria di asfodeli che si apre ad anfiteatro verso il mare. Da questo punto si gode una grande visuale sulla Corsica mentre non ci appare ancora il laghetto perché nascosto da una piccola cresta rocciosa. Si sale di nuovo giungendo ad una conca dove il ristagno d'acqua favorisce lo sviluppo di pratelli umidi e quindi, dopo poco, si giunge al laghetto naturale, un habitat di fondamentale importanza per la sosta dei migratori che giungono dall'Africa a primavera. Si riprende il cammino che ora offre una fantastica panoramica verso l'isolotto della Peraiola e, in breve, avvolti da un aroma intenso di Rosmarino, si guadagnano le creste rocciose delle Penne che costituiscono il punto estremo dell'anello del sentiero perché ha quindi inizio la discesa verso il paese. Si attraversano praterie di asfodeli e si vede in lontananza il profilo dell'abitato dominato dal castello. Le aree agricole dismesse dell'ex colonia penale sono utilizzate limitatamente per il pascolo di caprini e per un'attività di agriturismo che valorizza i prodotti naturali. Qui si possono osservare i manufatti del periodo carcerario e leggere una pagina del passato dell'isola. Con ampi tornanti la strada che esce dalla colonia penale si innesta sulla litoranea. Ai lati del ponte sul Vado del porto ecco apparire la straordinaria Linaria capraria, l'endemica pianticella che a dispetto della sua importanza è insediata in prossimità dell'asfalto. Il rientro lungo la vecchia strada consente di ricapitolare in un comodo riassunto floristico tutto quanto si è osservato sulle piante della macchia mediterranea.

LOGO UNESCO MAB En color.jpg    IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Sinergie di natura per il futuro di Mont…

03-12-2018

    Siglato l’accordo...

I Parco Nazionali dell'Arcipelago Toscan…

20-11-2018

  I Parco Nazionali dell'Ar...

Isole da salvare: azioni concrete per un…

14-11-2018

  Convegno“Isole da salvare...

La riserva MAB Isole Toscane al 1°Conveg…

08-11-2018

E' in corso il  1°Convegno d...

AVVISO agli escursionisti e ai cittadini…

05-11-2018

A seguito dell’ondata di maltempo...

Seminario del PNAT sulla conservazione e…

31-10-2018

  Seminario del PNAT sulla ...

Bando per la formazione di Guide Parco s…

30-10-2018

    Dopo il primo bando...

Inaugurazione nuovo punto informativo al…

16-10-2018

  VIDEO MONTECRISTO  ...

Collisione nel Santuario dei cetacei. Le…

12-10-2018

  Collisione nel Santuario ...

22 settembre ripartono le passeggiate co…

05-09-2018

  Le passeggiate elbane del...

Il Parco al lavoro per promuovere il tur…

30-08-2018

    Il 29 agosto il D...

Primi interventi sull’area umida di Mola

28-08-2018

    Mola (Capoliveri)&n...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

15 Nov 2018
08:00AM - 05:00PM
Concorso ristoratori UPVIVIUM scad. 18.1.2019