• sentieri

Elba - Percorso di San Bartolomeo

Lunghezza: 6 km
Dislivello totale in salita: 490m
Tipologia: escursionistico
Tempo medio percorrenza: 4h 30 min
Difficoltà: tratto con forte dislivello.

Come si raggiunge

Lungo la Strada Provinciale 25 che gira intorno al monte Capanne si raggiunge la frazione di Pomonte. Dalla piazza principale del piccolo centro si stacca la Via San Bartolomeo. Attraversando l'abitato con una serie di scalette, si giunge alla circonvallazione che gira intorno al paese. Da questa strada parte il sentiero n. 4 per il Colle San Bartolomeo.

Cosa si può osservare

Il sentiero lascia in breve tempo le propaggini abitate per salire in un'area dall'antica tradizione agricola. I fianchi meridionali del Monte San Bartolomeo, che incombe su di noi con la sua monolitica presenza, sono stati terrazzati da sempre per strappare terreno da coltivare alla montagna granitica. Più vicino al paese erano gli orti e frutteti, più in alto erano i terrazzamenti coperti dai vigneti. Il viottolo sale rapidamente e ci permette di osservare sotto di noi l'intera valle di Pomonte, come un grande anfiteatro rivolto verso il mare, per buona parte ancora coperto da orti e vigneti.

Ormai le coltivazioni sono state abbandonate nella parte più alta della vallata e la macchia mediterranea si riprende ciò che le era stato tolto. Anche intorno al nostro sentiero la vegetazione è rappresentata prevalentemente da specie arbustive come cisti, erica e ginestre. In prossimità di alcune rare sorgenti e piccoli corsi d'acqua, quasi asciutti in estate, troviamo i giunchi, la felce aquilina e la nepitella, piante amanti dei terreni più freschi ed umidi. I muretti a secco affacciati a meridione offrono rifugio alle lucertole che si crogiolano nel sole, ma possono ospitare i lunghi biacchi e, raramente in prossimità dei luoghi più umidi, anche la vipera. In alto volano il gheppio e la poiana, scrutando il suolo alla ricerca di rettili e roditori, pronti a scagliarsi in picchiata sulle prede. La salita continua fino a quota 475 dove si trova l'innesto con il sentiero n. 3 diretto a Chiessi: qui il paesaggio sulla vallata di Pomonte ci gratifica della salita effettuata. Proseguendo verso Chiessi, dopo essere scesi un poco di quota ed aver avvistato la graziosa frazione del versante occidentale caratterizzata dalle bianche case affacciate sul mare troviamo la deviazione per il pianoro a ridosso del Monte di San Bartolomeo. Qui si trovano le rovine dell'omonima chiesa romanica, da lassù si gode un grandioso paesaggio su entrambe le vallate sottostanti.

Ritorniamo sui nostri passi per iniziare la discesa a Chiessi: anche qui il paesaggio porta i segni delle vecchie coltivazioni ormai abbandonate e i muretti a secco sono coperti da una ricca vegetazione mediterranea. L'esposizione è occidentale ed in un pomeriggio sereno i raggi del sole riscalderanno i nostri passi. In prossimità della piazzetta di Chiessi ci dirigiamo verso la parte alta dell'abitato ad incrociare il fosso dei Cotoni dove inizia il viottolo che ci riporta a Pomonte.

LOGO UNESCO MAB En color.jpg    IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

20 maggio si festeggia la Giornata mon…

17-05-2019

  Lunedì 20 maggio ore 16:3...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano me…

08-05-2019

    Il Parco Nazional...

La Pasqua con il Parco Nazionale Arcipel…

10-04-2019

Il week end di Pasqua all'Elba co...

Partono dal 6 aprile le visite organiz…

28-03-2019

  Con il Parco sull’isola c...

Walking Festival 2019 il 22 marzo si com…

18-03-2019

  Camminare in primavera e ...

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ad…

01-03-2019

  Il Parco Nazionale Arcipe...

Aspettando la primavera con il Parco: l…

19-02-2019

Il programma “Inverno nel parco” è ...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento