• sentieri

Elba - Percorso del Calamita

Lunghezza: 12 km
Dislivello totale in salita: 250m
Tipologia: escursionistico
Tempo medio percorrenza: 5 h
Difficoltà: percorso lungo con moderato dislivello, dal fondo ben battuto.

Come si raggiunge

Il nostro sentiero parte da Piazza del Cavatore, in prossimità del municipio capoliverese per dirigersi verso la sommità del monte Calamita: qui bisogna seguire le indicazioni stradali che indicano gli itinerari escursionistici della parte alta del rilievo. All'inizio il percorso segue una viabilità comunale che raggiunge, oltre al radiofaro dell'Aeronautica Militare, le abitazioni situate alle propaggini sud-orientali del paese e sulle pendici del Monte Calamita per cui bisogna condividere un tratto del nostro itinerario con un limitato numero di veicoli.

Cosa si può osservare

La strada si inerpica rapidamente con scorci panoramici sul versante nord orientale elbano e sul golfo di Mola. Terminata la parte più ripida della salita la via attraversa i fianchi del Poggio del Pozzo al centro di un'ampia cessa tagliafuoco circondata dalla macchia mediterranea. Emozionanti sono le vedute verso l'Elba centro occidentale, dal golfo di Portoferraio a Monte Orello, fino al massiccio del Capanne. Proseguiamo salendo circondati dalla vegetazione e dalle sue fioriture che si susseguono nel corso della stagioni. In primavera lo spettacolo è unico con il bianco e il rosa dei cisti, il giallo delle ginestre e ed il viola della lavanda: non mancano le orchidee selvatiche che colonizzano le radure ai margini della macchia. Qui non è raro osservare inoltre la lepre e la pernice rossa.

Giungiamo così ad un quadrivio: la via che sale porta in prossimità della sommità del Calamita, mentre sia a destra che a sinistra è la viabilità ad anello che gira intorno al monte. Imboccando a destra ci dirigiamo sul versante meridionale. Alla nostra destra la grande vallata del Fosso del Pontimento coperta di eriche, ginestre, cisti, lecci e sughere e da una rada pineta: è questa la vegetazione che ci accompagnerà lungo tutto il nostro percorso. Lo sguardo spazia sui verdi pendii e sul mare lasciandoci scorgere durante il cammino le isole dell'Arcipelago, la Corsica ed il continente. Proseguendo lungo il versante meridionale appaiono anche i cantieri alti della miniera di Calamita con i tipici colori degli ossidi di ferro. Sulle infiorescenze della macchia e delle radure volano diverse specie di farfalle, tra le fronde degli arbusti i passeriformi tipici della macchia e più in alto gheppi e poiane scrutano il suolo in cerca di prede. Giunti in prossimità di Poggio Fino si trova un altro quadrivio che segna il punto più orientale dell'itinerario per cui ci dirigiamo verso ovest per attraversare questa volta il versante settentrionale del monte. Lo sguardo è rivolto ora verso il lato nord orientale dell'isola con il canale di Piombino ed i suoi isolotti: più avanti torneremo a vedere la baia di Mola, protetta dal promontorio di Focardo e la spiaggia di Naregno.

Sul pendio a nord la vegetazione è più alta, con macchie e numerose specie arboree, quali mimose, robinie e pini, legate ai rimboschimenti. Esistono anche alcune zone fresche ed umide, ricche di felci dove vivono il rospo comune e la raganella tirrenica. Percorso quasi tutto il tratto esposto a nord, all'interno di una pineta una deviazione dalla principale pista forestale ci porta in un sentiero che scende fino ad un'altra carrareccia che, a quota inferiore che ci conduce nuovamente a Capoliveri.

LOGO UNESCO MAB En color.jpg    IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Giornata della trasparenza 17 dicembre 2…

12-12-2018

    Il Parco Nazional...

Sinergie di natura per il futuro di Mont…

03-12-2018

    Siglato l’accordo...

I Parco Nazionali dell'Arcipelago Toscan…

20-11-2018

  I Parco Nazionali dell'Ar...

Isole da salvare: azioni concrete per un…

14-11-2018

  Convegno“Isole da salvare...

La riserva MAB Isole Toscane al 1°Conveg…

08-11-2018

E' in corso il  1°Convegno d...

AVVISO agli escursionisti e ai cittadini…

05-11-2018

A seguito dell’ondata di maltempo...

Seminario del PNAT sulla conservazione e…

31-10-2018

  Seminario del PNAT sulla ...

Bando per la formazione di Guide Parco s…

30-10-2018

    Dopo il primo bando...

Inaugurazione nuovo punto informativo al…

16-10-2018

  VIDEO MONTECRISTO  ...

Collisione nel Santuario dei cetacei. Le…

12-10-2018

  Collisione nel Santuario ...

22 settembre ripartono le passeggiate co…

05-09-2018

  Le passeggiate elbane del...

Il Parco al lavoro per promuovere il tur…

30-08-2018

    Il 29 agosto il D...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

15 Nov 2018
08:00AM - 05:00PM
Concorso ristoratori UPVIVIUM scad. 18.1.2019