• giannutri

Sito archeologico Villa Romana di Giannutri

 

villa giannutri pieg


Visite al sito archeologico

Dal 2 luglio 2015 il sito è nuovamente aperto ai visitatori con Guide Parco specializzate. Il personale è stato formato dal Parco e dalla Soprintendenza archeologica. Da giugno a settembre le  Guide,  incaricate dal Parco, accompagnano quotidianamente i visitatori nel percorso archeologico in turni di massimo 25 persone. Il biglietto di ingresso di € 8 a persona è stabilito di concerto con la Soprintendenza, i proventi delle visite guidate saranno reinvestiti nella manutenzione del sito stesso e dell’area circostante. Diversamente, nel periodo di bassa stagione in cui i collegamenti marittimi con l’isola sono diradati il sito è visitabile  su prenotazione da gruppi di massimo 25 persone  con il pagamento di un biglietto forfettario di € 200 a gruppo. Per informazioni e prenotazioni contattare gli uffici  Info Park Tel 0565.908231.



 

locandina Inverno Villa romana

Storia

In epoca romana Giannutri, come altre isole dell’Arcipelago Toscano tra cui il Giglio, fece parte dei possedimenti della potente famiglia dei Domizi Enobarbi. Importante esponente dell’oligarchia legata ai traffici commerciali, la Gens Domitia, di cui Nerone fu un discendente, costruì nel I secolo d.C. a Giannutri un notevole complesso residenziale e uno scalo marittimo: un vero e proprio quartier generale per la sosta dei velieri e per l’otium. Tracce dell’antico porto romano sono evidenti a Cala dello Spalmatoio,  mentre i resti di una sontuosa villa si trovano sulla panoramica Punta Scaletta, nei pressi di Cala Maestra. Il complesso degli edifici che componevano la villa si dividevano in cinque gruppi: il primo su Cala Maestra, costituito da opere portuali e una grande cisterna per l’acqua tuttora in uso, composta da vani comunicanti con un sistema di regolazione del livello del liquido. Il secondo gruppo era formato da magazzini e dimore per i servi. Un terzo complesso di edifici era composto da abitazioni signorili e terme, con pareti dipinte e pavimenti di mosaico. Il quarto gruppo consisteva in abitazioni per la servitù, mentre il quinto era dato dal belvedere della villa che dominava dall’alto tutte le altre costruzioni. Sulla terrazza sorgeva una costruzione con colonne di granito locale, capitelli corinzi e basi di marmo.La villa fu abitata fino alla fine del III secolo quando, abbandonata dai proprietari, cadde lentamente in rovina. I resti attuali furono riportati alla luce nel corso di una campagna archeologica condotta alla fine del 1800.

Nel novembre  2015 è stato concesso un ulteriore finanziamento dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. La progettazione è in corso.

 

Il 25 giugno 2015 è stata inaugurata la Villa Romana a Giannutri alla presenza delle Autorita e della stampa

ecco alcune immagini della giornatadi Sergio Giorgi e il servizio del TG1 RAI

Ultime News

Bando per contributi a favore di progett…

11-06-2018

  L’Ente Parco Nazionale Ar...

Inaugurato Centro Educazione Ambientale …

08-06-2018

  6 giugno 2018  Inau...

Al Giglio, Elba e Capraia le iniziativ…

09-05-2018

    Al  Giglio, ...

25 aprile a Marciana si inaugura il Fe…

24-04-2018

  25 aprile inaugurazion...

Progetti di valorizzazione dell'area di …

26-03-2018

    Si invita alla co...

AVVISO IMPORTANTE per 10000 mani per Pia…

22-03-2018

AVVISO organizzativo importante p...

ATTENZIONE CHIUSE LE ISCRIZIONI PER 1000…

20-03-2018

Attenzione sono chiuse le iscrizi...

10000 MANI PER PIANOSA iscrizioni fino a…

15-03-2018

  Programma della Giornata ...

Consiglio Direttivo del Parco 6 marzo 20…

01-03-2018

  Il Consiglio Direttiv...

Confronto pubblico sulla eradicazione di…

21-02-2018

Martedi 27 febbraio prossimo  ...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento