• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

Approvato il Bilancio di Previsione del Parco per il 2013. Ecco il programma del Presidente Sammuri

 

Matthiola_tricuspidata_Lacona

Il Presidente del Parco Sammuri ha iniziato il suo mandato a luglio 2012. Quello del 2013 è il primo Bilancio a sua firma dove ha tracciato un cambiamento di rotta. Le azioni previste per il 2013 riguarderanno tutte le isole dell’Arcipelago che il Presidente ha visitato e studiato  nei primi sei mesi di mandato.
Solo a titolo di sottolineatura, prima di rinviare all’approfondimento che segue, si segnala la priorità data alla definizione del Regolamento del Parco e all’aggiornamento dei confini dell’Area protetta. La trasformazione delle Zone di Tutela a mare  in Area marina protetta con relativa zonazione e regolamentazione. Lo stanziamento di 500.000,00 Euro come prima tranche per il Castello del Volterraio; i 400.000,00 Euro per la pulizia manutenzione riqualificazione e messa in sicurezza di una parte consistente ma selezionata di sentieri. Il finanziamento di 250.000,00 Euro per la realizzazione di progetti per la Biodiversità nei SIR ( Siti di interesse regionale)  e per il progetto di reintroduzione del falco pescatore, il  rafforzamento della sorveglianza del territorio sia con il rinnovo di convenzioni con Corpo Forestale dello Stato e Guardia Costiera che con un importante progetto di videosorveglianza. Saranno  posizionate  boe perimetrali che definiranno i perimetri a mare degli ambiti tutelati . Confermata l’attenzione al volontariato e l’intensificazione dei rapporti con le scuole per progetti di educazione ambientale in particolare su Pianosa.

Leggi tutto

Costa Concordia: il Presidente Sammuri concorda con la necessita di prorogare l'emergenza

 

G_gsammuri-

Si avvicina il 13 gennaio,  la triste ricorrenza del naufragio della Costa Concordia all’Isola del Giglio.  Il Sindaco Ortelli   ha preparato un fitto programma di celebrazioni per onorare la memoria delle vittime e fare un punto sulla situazione. Il giorno 7 gennaio scorso Sergio Ortelli ha espresso la volontà di richiedere, anche formalmente, al Ministro Clini di prorogare lo stato di emergenza. La proposta uscita sui quotidiani ha trovato il favore  anche  del Presidente del Parco Sammuri : “Sia come presidente del Parco dell'Arcipelago Toscano, che come soggetto attuatore responsabile dello smaltimento rifiuti dell’area di mare interessata dal naufragio, - dice Sammuri-  ritengo assolutamente necessario prorogare la nomina del Prefetto Gabrielli e lo stato di emergenza per l’area  a garanzia di tutela dell’ecosistema marino. Lo dico anche per l'esperienza diretta  maturata in  questo anno di collaborazione stretta con la Protezione Civile nella gestione dell’emergenza.”  

Fermati 5 motocrossisti in pieno Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

gte_presso_monte_capannello_foto_marchese
Il 3 gennaio scorso, in sella a moto di grossa cilindrata, 5 motocrossisti Austriaci hanno percorso e devastato con il loro passaggio una lunga serie di sentieri, tutti interamente all’interno del Parco Nazionale Arcipelago Toscano . A fermare la loro folle corsa, durata circa 8 ore,  sono state le segnalazioni dei cittadini e la stretta collaborazione tra Corpo Forestale dello Stato e Carabinieri, entrambi del Comando Stazione di Marciana Marina ,e Polizia Municipale dell’Elba Occidentale che hanno bloccato i cinque motocrossisti sulla rete sentieristica del versante del Monte Capanne.

Leggi tutto

Buone Feste dal Parco con il video della storia di Berto

 

Nel farvi i nostri piu sinceri auguri di buone feste natalizie, vi riproponiamo  il filmato realizzato con estratti della webcam sul pulcino Berto, il piccolo di una coppia di berte maggiori (Calonectris diomedea) che nidificano nell'Isola di  Pianosa.  Il Filmato è stato proiettato per la prima volta durante il convegno di venerdi 14 dicembre  alla De Laugier a Portoferraio, sulla tutela della biodiveristà marina  (Progetto COREM).  Le immagini che vedrete riprendono  Berto piccolo, nutrito dalla madre, attaccato da  un rettile, in compagnia dei genitori e poi cresciuto e pronto per il suo primo volo. Basta  cliccare sulla foto per rivederlo con un bel sottofondo musicale.

 

 

berto_e_il_serpente-

 

 

 auguri_2012

La tutela della biodiversità marina e il Progetto COREM

corem_14dic-

E' stato un interessante momento di arricchimento sulla conoscenza del mare e della biodiversità marina con ospiti molto qualificati, offerto dal Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano.  La platea ha seguito con grande interesse e nel pubblico  c'erano soprattutto operatori e appassionati di mare e guide ambientali oltre agli specialisti e ricercatori che sono intervenuti. Emozionante anche il filmato realizzato con estratti della webcam sul pulcino Berto,il pulcino di una coppia di berte maggiori (Calonectris diomedea) che nidifica a  Pianosa, isola dell'Arcipelago Toscano. Abbiamo visto Berto piccolo, nutrito dalla madre, attaccato da un rettile, in compagnia dei genitori e poi Berto cresciuto e pronto per il suo primo volo. L’inedito e originale filmato in bianco e nero ha strappato l’applauso. Ecco il link per chi volesse rivederlo: http://youtu.be/yr6IUzZQf_w

Sono stati  presentati alcuni risultati di uno studio su specie e habitat marini protetti, realizzato dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano nell’ambito del progetto COREM “Cooperazione delle Reti ecologiche nel Mediterraneo”. Il progetto, da circa 6 milioni di Euro, è cofinanziato dall'Unione Europea con il Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia "Marittimo” e vede il coinvolgimento di ben 28 partner, istituzioni pubbliche e private della Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica.Lo studio del mare, il monitoraggio delle specie e comunità rare o minacciate, l'ampliamento delle conoscenze sulle zone a maggior biodiversità costituiscono solide basi per lo sviluppo di un modello appropriato di gestione e tutela delle aree marine protette e della Rete Natura 2000.

Obiettivo dello studio è la realizzazione di un data-base contenente informazioni sulle biocenosi di maggior interesse dell'Arcipelago Toscano, che, unitamente ai dati BIOMART, potranno essere utilizzati dalle istituzioni che svolgono un ruolo attivo nella programmazione di azioni di tutela del sistema marino.

 

Leggi tutto

Convegno : La tutela della biodiversità marina in Mediterraneo, esperienze a confronto

 

“La tutela della biodiversità marina in Mediterraneo,
esperienze a confronto

 

programma momar

programma momar pagina2

La tutela della biodiversità marina in Mediterraneo, esperienze a confronto

PA200020--

“La tutela della biodiversità marina in Mediterraneo, esperienze a confronto”

un evento realizzato dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano nell'ambito del progetto

COREM “Cooperazione delle Reti ecologiche nel Mediterraneo”

Portoferraio, 14 – 15 dicembre 2012

PROGRAMMA PRELIMINARE

VENERDI’ 14.12.12

Centro congressuale De Laugier, Portoferraio – Isola d’Elba

 

9:00-9:30 Registrazione dei partecipanti e caffè di benvenuto

9:30 – 10:00 Saluti delle autorità

 

10:00 Apertura dei lavori

Introduce Giampiero Sammuri – Presidente PNAT

 

10:00 – 13:00 Hot spot di biodiversità nell'Arcipelago Toscano e sul litorale Toscano, indicatori di qualità ambientale e monitoraggio delle biocenosi di elevata importanza conservazionistica.

Intervengono:

Francesca Giannini (PNAT), Lisandro Benedetti Cecchi (Università di Pisa), Laura Tamburello (Università di Pisa), Fabrizio Serena (ARPAT), Paolo Sartor (CIBM - Livorno), Volpi Cecilia (Università di Firenze), Giovanni Santagelo (Università di Pisa), Letizia Marsili (Università di Siena), Paolo Sposimo (NEMO srl)

 

Leggi tutto

Gabrielli e Costa Concordia: ben vengano nuove tecnologie per la difesa del Mare.

convegno_Sam_Gab

 

Il Capo della Protezione Civile nazionale  interviene al Convegno sulle tecnologie per la sicurezza della navigazione. Promosso il progetto Argomarine

 

Isola d’Elba, Portoferraio. Il Convegno alla De Laugier di mercoledi 21 novembre  su le “Nuove Strategie e tecnologie per la sicurezza della navigazione  nel mar Mediterraneo” ha riunito di nuovo, in un evento fortunatamente non drammatico, gli attori principali dell’emergenza di circa un anno fa all’Isola del Giglio per il naufragio della Costa Concordia: il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, l’Ammiraglio Capo della Direzione Marittima di Livorno  Ilarione dell’Anna, Massimo Avancini del Ministero dell’Ambiente e Giampiero Sammuri prima ancora che presidente del Parco, Dirigente del settore Ambiente della Provincia di Grosseto. Gli stessi che hanno evitato, dopo la perdita di vite umane, un immane disastro del mare all’Isola del Giglio.

 

Leggi tutto

Convegno su "Nuove strategie e tecnologie per la sicurezza della navigazione"

 

ARGOMARINE_final_conference--

 

Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, coordinatore del Progetto EU-FP7-ARGOMARINE

invita  al convegno internazionale

NUOVE STRATEGIE E TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE

NEL MAR MEDITERRANEO

21 novembre 2012 - dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Centro Culturale De Laugier, Portoferraio, Isola d’Elba

R.S.V.P.

Si prega confermare la presenza iscrivendosi alla pagina:

http://argomarine-project-safety-navigation.eventbrite.it/

 

Il  Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, coordinatore del progetto ARGOMARINE (Automatic Oil spill Recognition and Geopositioning integrated in a Marine Monitoring Network - www.argomarine.eu)  ha organizzato un convegno internazionale sul Monitoraggio e la  Sicurezza delle Navigazione nelle Aree Marine Protette nel quale saranno coinvolti Enti, Consorzi di Ricerca e Istituzioni di  livello Nazionale ed Europeo. L'evento vedrà la partecipazione di esperti da tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, operativi nel monitoraggio dell'inquinamento da petrolio in mare, oltre a numerosi rappresentanti da Paesi osservatori e da istituzioni attive nel campo.

Si tratta di un tavolo di confronto tecnico-politico di livello europeo sulle nuove strategie e tecnologie per la sicurezza della navigazione nelle aree marine protette nel Mediterraneo, al quale si affiancherà un workshop sulle prospettive della ricerca scientifica e tecnologica applicate alla sicurezza della navigazione.

Leggi tutto

Il Falco pescatore e l’Isola di Montecristo

 falco_pescatore-

 

A Montecristo forse tornerà il Falco pescatore (Pandion haliaetus), maestoso rapace delle falesie mediterranee. E’ ciò che i tecnici del Parco Nazionale Arcipelago Toscano,  del Parco Regionale della Corsica, del Parco Regionale della Maremma e del Corpo Forestale dello Stato, si augurano grazie alla costruzione di quattro nidi artificiali. Da molto tempo la specie non nidifica in Arcipelago Toscano; il declino del rapace in Italia e nel Mediterraneo, si è consumato a inizio del 900’; le ultime coppie scomparvero dalla Sicilia e dalla Sardegna a fine degli anni '60. In Arcipelago e precisamente a Montecristo, le ultime segnalazioni di nidificazione risalgono alla seconda decade del 900'. A  volte però sulle nostre Isole è possibile osservare singoli individui di passo e questo lascia sperare in possibili futuri insediamenti.

Attualmente la popolazione mediterranea è stimata in circa 80-90 coppie riproduttive, localizzate per lo più in Corsica, Isole Baleari, Algeria, Marocco. Proprio in Corsica, nella Riserva Naturale della Scandola, sono state messe a punto azioni per la tutela della specie, con la costruzione di grossi nidi artificiali che facilitano il processo di colonizzazione di nuove aree. Recentissima la reintroduzione della specie nel Parco della Maremma e così, più che mai, l’Arcipelago sembra un luogo ideale per accogliere individui provenienti dalle vicina Corsica o dal litorale toscano.

I nidi, realizzati grazie ad un cofinanziamento della Regione Toscana, hanno un  diametro di oltre un metro; sono stati intrecciati  con rami di erica e posizionati dal personale esperto del Parco Regionale della Corsica in luoghi inaccessibili, falesie di 30-50 metri a strapiombo sul mare. La scelta del luogo è strategica  e legata alle abitudini alimentari della specie che si nutre esclusivamente di pesce. Il rapace si riproduce in primavera, deponendo in media tre uova. I giovani si involano a luglio e  vengono comunque nutriti dai genitori per un certo periodo. Le coppie sono fedeli ai siti riproduttivi e riutilizzano lo stesso nido, che sistemano di anno in anno accumulando vere e proprie cataste di legname.

Adesso anche Montecristo ha i suoi nidi, uno per ogni punto cardinale; non è possibile sapere se queste prime attività saranno risolutive per il ritorno del rapace; certo è che ricomporre delicati equilibri ecologici, comunque alterati da processi legati alla presenza dell’uomo, rappresenta una delle tante sfide a cui gli Enti per la protezione della natura non possono sottrarsi.

Altri articoli...

Ultime News

E..state nelle isole del Parco Nazional…

28-06-2018

  E..state nelle isole del ...

Bando per contributi a favore di progett…

11-06-2018

  L’Ente Parco Nazionale Ar...

Inaugurato Centro Educazione Ambientale …

08-06-2018

  6 giugno 2018  Inau...

Al Giglio, Elba e Capraia le iniziativ…

09-05-2018

    Al  Giglio, ...

25 aprile a Marciana si inaugura il Fe…

24-04-2018

  25 aprile inaugurazion...

Progetti di valorizzazione dell'area di …

26-03-2018

    Si invita alla co...

AVVISO IMPORTANTE per 10000 mani per Pia…

22-03-2018

AVVISO organizzativo importante p...

ATTENZIONE CHIUSE LE ISCRIZIONI PER 1000…

20-03-2018

Attenzione sono chiuse le iscrizi...

10000 MANI PER PIANOSA iscrizioni fino a…

15-03-2018

  Programma della Giornata ...

Consiglio Direttivo del Parco 6 marzo 20…

01-03-2018

  Il Consiglio Direttiv...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento