• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

Si inaugura al Giglio il Festival del Camminare autunnale

Giglio_borgo_Castello---

 

Sabato 29 settembre si riparte con la edizione autunnale del Festival del Camminare nell’Arcipelago Toscano. Splendide passeggiate, degustazioni, panorami mozzafiato, percorsi nella storia e nell’archeologia mineraria, itinerari profumati e colorati, scuola di erboristeria e molto altro per  recuperare benessere dai benefici della natura. Il festival si svolgerà tra il 29 settembre e il 1° novembre. Il primo evento inaugurale  sarà dedicato all’isola del Giglio con il saluto del nuovo Presidente del Parco Giampiero Sammuri e del padrone di casa Sindaco Sergio Ortelli. “Voglio partire dal Giglio con un Festa - dice il  Presidente Sammuri- per alleggerire e dare ossigeno ad un isola splendida che ha sostenuto un anno difficile”.

 

In loro compagnia una visita guidata nel borgo del Castello in uno scenario medioevale  entrando dalla caratteristica porta ed attraverso gli antichi vicoli ed i camminamenti lungo le mura di cinta, fino a raggiungere la Chiesa di S. Pietro Apostolo che custodisce le reliquie di San Mamiliano e nella parte più alta l’imponente Rocca Pisana del XII sec. Al termine sarà possibile partecipare all’iniziativa “Cantine Aperte” fino alle ore 24,00  negli stessi giorni sempre al Giglio da  non perdere anche la Festa dell'Uva e delle Cantine Aperte (27-28-29 settembre) con la degustazione di prodotti tipici e vini locali per le cantine all'interno del borgo di Giglio Castello e con musica itinerante.

 

Leggi tutto

E’ uscito il secondo Taccuino Biowatching del Parco “Piante della costa”

cover_p_costa_ok

 

E’ in distribuzione da alcuni giorni il secondo “Taccuino Biowatching”, un manuale divulgativo prodotto dal Parco Nazionale dell'Arcipelago toscano per aiutare a riconoscere le piccole piante che si svillupano in riva al mare. Si aggiunge al primo Taccuino dedicato al riconoscimento delle orchidee spontanee. I Taccuini sono reperibili presso le Case del Parco di Marciana e Rio Elba ed è in vendita  presso “Il Libraio” di Capoliveri.Due immagini per ogni pianta, una semplice descrizione delle caratteristiche estetiche più importanti e una pratica indicazione grafica del periodo di fioritura permettono agli appassionati di cimentarsi nell’identificazione delle specie più frequenti che si possono osservare in un viaggio ideale lungo le coste delle sette isole dell’Arcipelago Toscano.Nel taccuino sono presentate circa 50 specie che combattono ogni giorno l'arsura del sole e della salsedine e che sono distribuite nei tre ambienti principali: coste rocciose, spiagge sabbiose e zone umide costiere.

Leggi tutto

Dopo l’eradicazione del ratto a Montecristo 600 giovani berte minori stanno per spiccare il volo

Berta_minore_antonio_roncolini- 

 

La berta minore (Puffinus yelkouan) è un raro uccello marino del Mediterraneo e  il ratto nero è uno dei suoi nemici maggiori. La campagna di eradicazione del ratto nero a Montecristo degli scorsi mesi ha dato benefici effetti e le berte hanno ripopolato  i loro nidi. Sono stati contati circa 600  esemplari che stanno per spiccare il volo.

Grazie al progetto coordinato dal Corpo Forestale dello Stato, a cui hanno collaborato il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e la NEMO S.r.l., l'operazione di eliminazione del ratto nero da Montecristo ha dato i risultati sperati.

Dopo pochi mesi dalla realizzazione dell'intervento, infatti, per la berta minore, è iniziata una nuova vita senza il temuto predatore.  Decine di pulcini hanno abbandonato il nido per affrontare il loro primo volo, contribuendo, per la prima volta dopo centinaia di anni, ad incrementare il nucleo delle 700 coppie nidificanti sull'Isola. I dati hanno accertato un successo riproduttivo pari al 95 %, elevatissimo, per una specie che produce un solo piccolo l’anno. 

L'assenza dei ratti ha favorito un altro evento straordinario: nuovi aspiranti riproduttori, hanno visitato l'Isola in numero molto superiore rispetto a quanto osservato in passato e questo fa ben sperare. Nonostante che la  certezza dell'eliminazione completa del roditore possa essere confermata solo tra diversi mesi, già da adesso l'operazione ha fornito risultati importantissimi, in gran parte previsti dai tecnici al momento della progettazione dell'intervento.

Leggi tutto

Una webcam per Berto, il pulcino di Pianosa

Berto_foto_Marco_Sartore- 

Finalmente è nato Berto, il pulcino di una coppia di berte maggiori (Calonectris diomedea) che nidifica a  Pianosa, isola dell'Arcipelago Toscano. La berta maggiore è un uccello marino che vive in Mediterraneo;  attualmente si stima che nel nostro mare siano presenti circa 80.000 coppie, anche se detta cifra è in fase di revisione. Nidifica in gruppi numerosi, su coste rocciose, in cavità, grotte o sotto la fitta vegetazione. E' una specie  longeva, può vivere oltre 30 anni; i  partner di una coppia sono molto fedeli e possono rimanere in una stessa area di nidificazione a lungo, scegliendo di anno in anno lo stesso nido. Una coppia dedica buona parte  della sua vita ad accudire il proprio pulcino, uno solo per stagione riproduttiva.  A fine febbraio, inizio marzo gli animali, dopo aver passato l'inverno in mare, tornano verso la costa per raggiungere il luogo dove deporre il loro uovo. Durante la notte si avvicinano  al sito di nidificazione e lo fanno emettendo suoni che assomigliano al pianto di un neonato.  A fine maggio la femmina depone il prezioso uovo; i pulcini nascono  in luglio e dopo circa tre mesi  prendono anch'essi il volo per il mare.  Durante questi tre mesi i genitori percorrono decine di chilometri per raggiungere le aree di alimentazione e poi tornare a nutrire il loro pulcino. La berta maggiore è un animale tutelato a livello internazionale ed il Parco Nazionale Arcipelago Toscano, con la collaborazione di ISPRA e del Centro Ornitologico Toscano,  da molti anni segue la colonia che nidifica a Pianosa e  presso l'Isolotto della Scola. Una delle principali minacce,  quando l'animale è sulla terraferma, è la presenza di predatori terrestri introdotti: ratti, gatti e cani inselvatichiti  si nutrono di uova e pulcini, provocando spesso il fallimento della riproduzione di un'intera colonia.

Leggi tutto

Il Presidente Sammuri ha incontrato la Comunità del Parco

G_gsammuri- 

Nel suo primo giorno da Presidente Giampiero Sammuri  ha incontrato la Comunità del Parco. Alla riunione erano presenti tutti i Sindaci dell’Elba,  il Sindaco di Capraia e l’Assessore Provinciale di Livorno Catalina Schezzini. Tra gli assenti hanno comunque telefonato al nuovo Presidente  l’Assessore regionale Bramerini, l’Assessore Siveri della Provincia di Grosseto e il Sindaco del Comune del Giglio.

Barbetti ha convocatola riunione  proprio per dare la possibilità al nuovo Presidente di incontrare il territorio e si è creato da subito un clima di sintonia e collaborazione.

Sammuri ha raccontato la sua passione per la natura e la sua formazione di biologo esperto di fauna selvatica. Ha elencato le sue passate esperienze di amministratore del Comune di Roccastrada (GR), di Vice presidente della Provincia di Grosseto, e di Presidente per 12 anni del Parco regionale della Maremma. Per 18 anni dirigente dell’amministrazione provinciale di Siena e attualmente di quella di Grosseto nel settore ambiente. Ha insegnato all’Università di Siena  ed è specialista di Pubblica Amministrazione Ora è da tre anni presidente di Federparchi e il suo mandato è stato di recente riconfermato. Responsabile dello smaltimento dei rifiuti nella vicenda del naufragio della  Costa Concordia al Giglio. Non ha tralasciato le sue passioni personali, oltre alla natura, la subacquea e la maratona. Lo sport per lui è scuola di vita.

 

Sammuri, ha affermato di avere ricevuto in passato descrizioni di  una situazione molto conflittuale tra gli enti locali ed il Parco mentre ha trovato un clima del tutto normale.  Ha chiesto ai Sindaci collaborazione per quello che è un suo credo: i parchi non sono né di destra né di sinistra sono un valore universale che, come i beni culturali, devono essere l’orgoglio del nostro paese e quindi vanno tenuti fuori dalla conflittualità politica. In passato l’ambiente era un tema attribuito solo ad una certa parte politica, ora non  più . All’interno della Federazione dei Parchi Italiani ci sono Presidenti di tutti i colori politici con cui decide sempre insieme, all’unanimità, e ritiene non sia difficile trovare posizioni comuni. Dentro un Parco il 95% delle questioni da risolvere può essere slegato dalla politica: è fondamentale  il rapporto  con gli amministratori e la condivisione.

Leggi tutto

Il nuovo Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano: Giampiero Sammuri

 

 

foto_sammuri_Federparchi--

 

Dal giorno 16 Luglio 2012  il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano  ha il suo nuovo Presidente: il Dr. Giampiero Sammuri,  nominato con decreto (GAB-DEC/ 132 dell’ 11 luglio 2012) del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.Giampiero Sammuri, biologo di formazione, ha guidato dal 2000 ad oggi il Parco regionale della Maremma, è Dirigente del settore Ambiente  della Provincia di Grosseto, ed è stato riconfermato alla Presidenza di Federparchi a fine maggio. La sua nomina a Presidente era già stata anticipata su tutti i giornali ad aprile in occasione del Convegno organizzato dal Parco sull’Economia della Felicità. Nel suo intervento aveva confessato, pur precisando che la sua nomina non era ancora sicura, ”non vedo l’ora di cominciare”.

Mercoledi 18 luglio il Dr. Sammuri sarà all’Isola d’Elba per incontrare il personale dell’Ente e la Comunità del Parco.  Prenderà in mano le redini dell’Ente per i prossimi 5 anni. 

Parco e Comune di Campo nell'Elba hanno ridotto il ticket di Pianosa

 

pianosa-porto-romano

 

Si  è svolto stamani 29 giugno un incontro tra Parco e Comune  di Campo nell'Elba durante il quale  sono state esaminate varie  problematiche di fruizione dell'Isola di Pianosa.  In un clima di assoluta collaborazione  tra i due enti, proseguono le attività volte al miglioramento delle condizioni di sicurezza e fruibilità dell'Isola per affrontare al meglio la stagione turistica già iniziata. 

 

Il primo risultato immediato e concreto: la riduzione del ticket di accesso all'isola.  Parco e Comune,  infatti, hanno convenuto sull'opportunità di rivedere l'importo del ticket di accesso a Pianosa, limitatamente ai mesi di luglio e agosto 2012, con una riduzione a  8 euro a persona, fermo restando le esenzioni vigenti e  il contingentamento di 250 persone al giorno. Cio' in un quadro di consapevolezza della attuale congiuntura economica che ha manifestato i suoi effetti con un decremento delle presenze sull'Isola.  

Si tratta di  una iniziativa volta ad agevolare e consentire, nella sostenibilità, la fruizione turistica naturalistica di un'isola delicata che merita grande attenzione.  

Progetto di sviluppo Ecoturistico del Parco. Sono aperte le osservazioni.

 

progetto_ecoturistico

 

 

Enti, organismi pubblici e singole strutture ricettive ricadenti nelle zone indicate dal Piano del Parco come "De", possono fare osservazioni al Progetto ecoturismo a partire da oggi. Ecco l'iter da seguire.

 

Con delibera di Consiglio Direttivo n. 11 del 27.02.2012 è stato adottato il Progetto di Sviluppo Ecoturismo (PSE). Il Progetto è stato redatto ai sensi dell’art. 11 delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del Piano del Parco approvato con Delibera di Consiglio direttivo n. 87 del 23.12.2008.

 

L’attuazione del Piano viene prevista e regolata dai Progetti di Gestione che l’Ente Parco, previa consultazione degli enti locali territoriali interessati, che porterà all’approvazione definitiva del PSE ai sensi del comma 1 dell’art. 13 del Piano del Parco curandone la massima diffusione così da favorire la partecipazione alla loro realizzazione degli Enti locali, delle istituzioni operanti nel settore e di operatori privati.

 

Leggi tutto

Nessun pericolo di sversamento per la nave incagliata all'Elba

Nave_incagliata_allElba_F._Vai 

Il Parco è in contatto con le autorità marittime per monitorare la situazione relativa all’incidente della nave incagliata nell’area nord dell’Isola d’Elba a Sant’Andrea, in una delle coste più belle dell’Isola. Alle 05,00 odierne, la M/n MERSA II, di bandiera Panamense, in uscita da Portoferraio e diretta a Marina di Carrara, con un carico di barre di ferro,  si è incagliata  presso Marciana Marina. La M/n MERSA II, con scafo di 90 metri, ha a bordo 12 membri d’equipaggio che risultano in buone condizioni di salute. La locale Autorità Marittima ha disposto controlli subacquei al fine di accertare la presenza di falle che possano comprometterne la stabilità e/o causare potenziali pericoli di’inquinamento da idrocarburi. L’urto, probabilmente dovuto ad un errore umano, ha interessato la zona prodiera dell’unità  dove è stato rilevato uno squarcio di tre metri. Il carburante si trova  a poppa e non sono evidenziabili inquinamenti in atto.

“Sono tranquillo- afferma il Commissario Avancini- due rimorchiatori stanno verificando le condizioni  e hanno visto che non c’è pericolo per la fuoriuscita del combustibile. E’ in arrivo anche un mezzo della Castalia, il servizio di antinquinamento nazionale  per il  Ministero dell’Ambiente,  che assisterà le operazioni  a titolo di precauzione”

 

Foto di Franco Vai

Le questioni risolte sulla fruizione delle Isole dell’Arcipelago Toscano

 

Dal giorno 16 aprile il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano  è commissariato con un decreto (GAB-DEC-2012 del 12 aprile 2012) del Ministero dell’Ambiente che nomina  per tre mesi  il Dr. Massimo Avancini, funzionario della Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente e attuale Presidente del comitato tecnico scientifico all’emergenza Concordia, organo di supporto per le decisioni della Protezione Civile sull’isola del Giglio.

Il Commissario ha affrontato per prima cosa le priorità sulla fruizione delle isole di Pianosa e Giannutri.

In particolare su Pianosa ha messo l’attenzione sulla vivibilità ambientale di una delle più belle isole dell’Arcipelago con l’intento di  garantire sentieri sicuri e la certezza dell’incolumità dei visitatori in una situazione che richiede attenzione per essere di fatto un’isola disabitata. Con un proficuo incontro con il sindaco del Comune di Campo Vanno Segnini ha sviscerato tutti gli aspetti più importanti  di comune competenza.

Sull’Isola di Giannutri ha provveduto a ritardare la data di inizio della regolamentazione sulla fruizione a terra e sono stati coinvolti i Dirigenti del CTA–CFS per una futura collaborazione  per la sorveglianza per evitare scempi e disagi che si sono riscontrati in passato.

Contatti positivi sono avvenuti anche a Roma alla direzione delle politiche agricole  per rafforzare il servizio di vigilanza del CTA-CFS alle dipendenze funzionali del Parco. In effetti, nel prendere possesso dell’incarico, si è occupato con gli uffici di portare a compimento i piani e gli strumenti di gestione essenziali per una corretta  vita del Parco.

E’ in corso di rinnovo la convenzione con l’Agenzia del Demanio per i servizi di manutenzione  del Compendio minerario elbano e a fine mese scatterà la convenzione con la gestione associata per il turismo per l’utilizzo  della sede dell’Info Park Area.

Altri articoli...

Ultime News

Pubblicato l’avviso pubblico per il rin…

09-01-2018

      L’Ente Parc...

Bando per la formazione di Guide Parco s…

04-01-2018

      Bando per...

Sammuri Presidente del Parco Nazionale A…

18-12-2017

      GIAMPIERO...

Eletto il Presidente della Comunità del …

15-12-2017

  COMUNITÀ DEL PARCO NAZION...

Acquisti solidali a sostegno dei Parchi …

05-12-2017

  Iniziativa di sostegno ai...

Montecristo insieme

27-11-2017

    RINVIATO A DATA DA ...

Corso Aggiornamento per Guide Parco “C…

20-11-2017

Si sta svolgendo  a Forte Ingl...

La Vespa Velutina una possibile minaccia…

14-11-2017

    Con il Progetto L...

Corso di formazione per selecontrollori …

27-10-2017

  CORSO DI FORMAZIONE PER SEL...

Sottoscritto il Protocollo Operativo di …

12-10-2017

    Il 12 ottobre a L...

Corso di formazione 23 e 24 ottobre al P…

15-09-2017

  CORSO DI FORMAZIONE PER OPE...

Aperto il bando per i 100 residenti che …

12-09-2017

  La vista è  prevista il...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento