• parco informa
  • Home
  • Il Parco informa
  • Ultime News

La UE si congratula con il Parco per le azioni di controllo delle specie aliene invasive dannose per l’economia e per l’ambiente

 

 

convegno_capraia_GS--

Il rappresentante della Direzione generale ambiente della Commissione Europea ha scritto al Direttore del Parco, Franca Zanichelli, congratulandosi per le azioni effettuate nella lotta alle specie aliene e ai contenuti tecnici e scientifici emersi nel workshop  di confronto svolto a Capraia il  21 e 22 marzo scorsi a conclusione del progetto internazionale COREM .

Questo riconoscimento è stato esteso a tutti coloro che hanno fattivamente contribuito alla buona riuscita degli interventi: il Presidente del Parco Sammuri che si è da subito impegnato per attivare nuove candidature progettuali,  il  Coordinatore del Progetto LIFE Montecristo 2010, Dr. Stefano Vagniluca del CFS-UTB di Follonica;  la Dr.ssa Francesca Giannini biologa del Parco, il dr. Paolo Sposimo della Soc. Nemo come  partner operativo e il dr. Baccetti Nicola dell’ISPRA, per la supervisione scientifica.

 

Leggi tutto

Programma Walking Festival 2013

 

AVVISO IMPORTANTE

Si informano le persone iscritte alla Gita per Gorgona di domenica 28 aprile, che la gita è stata rinviata a causa del maltempo al giorno 5 maggio con le stesse modalita'. Per comunicazioni scrivete una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. a partire dal giorno 30 aprile. Si ricorda che gli uffici del Parco il giorno 29 aprile sono chiusi per la Festa del Patrono di  Portoferraio.

 

 

wf2013opt

base_news_strette

 

Ecco la quinta edizione del Festival del Camminare 2013 sessione primaverile

Prevista anche una piccola gara fotografica.

14-4_Capraia_sentiero_Reganico-

 

Iniziano da sabato 13 aprile gli appuntamenti del Festival del Camminare.  Si prevedono escursioni per tutti i gusti: al chiaro di luna, al sorgere del sole, per bambini, per appassionati di geologia, di storia, di botanica, ecc. leggete voi stessi i dettagli delle proposte di escursioni a tema con guida offerta dal Parco. Il Festival ospita anche  offerte  delle aziende e delle associazioni del territorio.

E’ una occasione speciale per godere delle bellezze, dei colori, dei profumi e della cucina delle piccole isole meno conosciute protagoniste di questo Festival alla sua quinta edizione: insieme all’Elba,  Capraia, Pianosa, Giglio, Giannutri e persino una escursione a Gorgona che ha già registrato il tutto esaurito grazie ai social network.

Tutto il primo week end sarà ricco di numerose iniziative su Elba, Pianosa, Capraia e Giannutri. Sarà difficile scegliere tra l’Elba, con la Marciana Medievale e  il Calamita  montagna magnetica, o Capraia con il  Premio di Pittura Isola di Capraia 2013, iniziativa dell'Associazione Proprietari di Casa di Capraia, che riempirà l'isola di artisti al lavoro in ogni angolo del centro abitato. Sempre a Capraia il giorno dopo il Festival dei Sapori dell’Arcipelago organizzato in collaborazione con Slow Food Condotta Arcipelago Toscano.  Anche  Pianosa non sarà da meno con i fossili e le orchidee e Giannutri con  La musica della natura.

Leggi tutto

Ecco i requisiti per le immersioni nelle acque protette dell’Arcipelago Toscano

Pianosa_Secca_dellObelisco-_il_Grottone--

Il Parco sta predisponendo  gli atti necessari per aprire in via sperimentale,  il mare protetto  dell’Arcipelago Toscano alla fruizione contingentata e alla collaborazione con i centri subacquei  per la scoperta dei nostri fondali più belli. Le prime boe saranno posizionate a Pianosa, ma anche altre isole avranno delle novità in questo senso. Fondamentale in questa fase delicata e sperimentale il contatto con gli operatori del settore a cui saranno richieste proposte e consigli per una proficua collaborazione anche con un incontro dedicato di cui sarà data comunicazione successivamente. Nell’Arcipelago Toscano ci sono decine di centri subacquei di varia natura e dimensione, per semplificare i rapporti questo il Parco preferirà confrontarsi e rapportarsi con Consorzi strutturati di centri subacquei  che coordinino i rapporti tra i singoli centri sub  e rappresentino le esigenze e le competenze di settore in modo unitario e professionale.

Per la normativa vigente, il Parco potrà autorizzare immersioni dentro la sua propria area di competenza solo con accompagnamento di  guide ambientali subacquee formate,  ai sensi della LR 23 marzo 2000, n. 42 e succ. mod “ Testo unico delle leggi regionali in materia di Turismo” 

Con il Provvedimento del Direttore numero 661 del 27 ottobre 2011  sono già state delineate le regole di massima per l’utilizzo delle boe di Pianosa che preghiamo a tutti gli interessati  di leggere.

Leggi tutto

Chiarita la querelle tra Parco e Legambiente sulla gara di Motocross

 

sentieri_panorama

 

 

Chiarita la querelle tra Parco e Legambiente sulla gara di Motocross di domenica prossima

Alla base delle divergenze un malinteso sul tracciato.

 

Uscito nei giorni scorsi sui quotidiani locali un dibattito tra Legambiente e Presidente del Parco Sammuri sulla opportunità di autorizzare una gara di motocross nel Parco. Legambiente contraria ad autorizzare la competizione, il Parco disposto ad autorizzare in nome del rispetto del Piano del Parco e della normativa vigente che di fatto consente alle moto di percorrere tracciati classificati come strade. Alla fine avevano  ragione entrambi ma parlavano di due tracciati diversi e non si capivano.

Legambiente pensava che fosse stato autorizzato il percorso cosi come richiesto dagli sportivi  e che includeva un paio di tracciati sensibili. Sammuri difendeva la sua posizione sapendo di aver consentito solo strade autorizzabili e di aver fatto modificare il percorso della gara dopo aver scartato i tratti che o non erano strade bensi piste forestali o che attraversavano zone particolarmente sensibili dal punto di vista ambientale.

 

Leggi tutto

Gara di enduro nel Parco: Sammuri risponde alla seconda nota di Legambiente

 

2-Giampiero_Sammuri

 

 

 

 

Purtroppo devo prendere atto che evidentemente sto invecchiando e non riesco più ad essere chiaro come una volta. Infatti non mi era mai successo, nella mia lunga attività di amministratore, che mi si scrivesse una lettera, che io rispondessi e che, da parte degli stessi interlocutori, me ne tornasse indietro un’altra sullo stesso argomento con la chiara dimostrazione che non si era capito cosa avevo detto. Ci riprovo in modo più schematico

 

  1.  Non ho la volontà di riclassificare le strade all’interno del parco, anche perché questa competenza non è del parco stesso. Ho semplicemente detto che nel regolamento va recuperato il fatto che oggi la circolazione è libera su tutte le strade ed invece è opportuno regolamentarla. In più ho aggiunto che questo può avvenire anche declassando delle strade a sentieri, di concerto con i comuni perché di fatto sono loro che hanno il potere di farlo.
  2. La “singola moto” per passare nei tratti di strada all’interno del parco nei quali è stata autorizzata la gara non ha bisogno di alcuna autorizzazione, anzi se ogni giorno ci passano migliaia di moto andando avanti ed indietro possono farlo tranquillamente, visto che il piano del parco lo consente.
  3. Non conosco pareri negativi espressi da presidenti e direttivi precedenti e peraltro la concessione di un nulla-osta non è nemmeno una competenza del presidente e del consiglio, ma del Direttore.  Ma la domanda sorge spontanea: se la volontà era quella di vietare le gare di moto perché i consigli direttivi non hanno approvato nel piano una norma semplicissima “all’interno del parco sono vietate le gare di moto”. Lo poteva legittimamente fare (quella si che era una sua competenza) e questo carteggio non sarebbe mai esistito. Come poteva anche dire che su alcuni tratti di strada non possono passare moto o auto o pullman o biciclette. Si può addirittura impedire l’accesso pedonale, figuriamoci ai veicoli…
  4. E’ vero che il parco aveva la possibilità di negare l’autorizzazione alla gara, ma stante il piano del parco vigente, il direttore che firmava il diniego poteva rendere nullo l’atto che firmava e/o commettere un reato. Infatti se il diniego avveniva per la salvaguardia di habitat e specie si incorreva nella “carenza di motivazione” visto che è difficile sostenere che  una gara di un giorno, con un numero di moto definite, può produrre un danno maggiore di quello che possono produrre negli altri 364 giorni dell’anno un numero di moto indefinito, oltreché quello di qualunque altro mezzo a motore sull’identico tracciato. Il reato invece è quello che si chiama “abuso di potere”, che in parte si interseca con la carenza di motivazione e per dirla in parole povere si ha quando la la pubblica amministrazione nega ad un cittadino una cosa che sarebbe invece possibile, appunto abusando del suo potere.
  5. Leggi tutto

A Capraia con un seminario del Parco dell’Arcipelago Toscano sulle specie aliene invasive dannose per l’economia e per l’ambiente.

Invito_ITA_DEF--

 

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano con la  collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Capraia Isola, organizza a Capraia il  21 e 22 marzo 2013,  un  Seminario su  “La strategia di contrasto alle specie aliene invasive nei sistemi terrestri insulari”  un evento realizzato nell'ambito del progetto COREM * “Cooperazione delle Reti ecologiche nel Mediterraneo”. Un incontro di grande interesse scientifico  e occasione per visitare un’isola splendida per i colori e i profumi proprio all’inizio della primavera. Nel programma delle due giornate  è prevista anche una escursione al laghetto dello  Stagnone, recentemente bonificato dal Parco e un breve giro in barca attorno all’Isola.

 

Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano ha in corso ormai da svariati anni iniziative volte a contrastare le minacce provocate dall’introduzione, passata o recente, di specie animali e vegetali invasive. Le azioni sono mirate ad eliminare completamente alcune specie come il ratto nero a Giannutri e a Montecristo, il muflone al Giglio, il fico degli ottentotti e l’ailanto a Capraia e Pianosa, o a contrastarne l’incremento, come accade per il cinghiale ed il muflone all’Isola d’Elba.

Leggi tutto

Il Parco in piazza sul tema delle specie aliene invasive

Carpobrotus_acinaciformis--- 

Proseguono le iniziative organizzate dal Parco Nazionale nell’ambito del Progetto COREM “Cooperazione delle Reti Ecologiche del Mediterraneo”.

Questa volta si parla di specie aliene invasive, una seria minaccia per gli ecosistemi naturali. Lo sono ad esempio alcune piante come il fico degli ottentotti (nella foto), la mimosa, l’ailanto. Alcune di queste piante, dalle bellissime fioriture, sono utilizzate per abbellire i giardini, soprattutto quelli con suoli aridi e vicini al mare. Purtroppo la loro rapida diffusione agli ambienti naturali limitrofi rappresenta una seria minaccia per le piante originarie che rischiano di scomparire. Ognuno di noi può contribuire a  limitare l’espansione di queste specie, con una semplice iniziativa: scegliere per i propri giardini piante, arbusti e alberi locali.

Uno stand informativo sarà presente per tre intere giornate in diversi comuni dell’isola per promuovere tra la cittadinanza un nuovo approccio nell’allestire il giardino o la terrazza, con l’uso del mirto, dell’elicriso, del rosmarino e del leccio. Due guide  saranno presenti allo stand dalle ore 9 alle ore 17 per informare gli adulti e giocare con i bambini.

I primi appuntamenti previsti, al momento, sono i seguenti:

-  Sabato 2 marzo a Porto Azzurro in  Piazza Matteotti

-  Sabato 16 marzo a Capoliveri in Piazza Matteotti.

Un appuntamento sarà anche a Portoferraio in data e luogo da definire.

 

 

Accordo con il Club Alpino Italiano per migliorare e promuovere la fruizione della sentieristica.

capanne

Veduta dal Monte Capanne Foto di Antonello Marchese

 

Il Club alpino italiano nel celebrare il 150° della fondazione nel 2013 ha  intensificato i rapporti con i Parchi attraverso  Protocolli di collaborazione. Il Parco dell’Arcipelago Toscano  ha aderito a questa proposta, firmando un atto comune  per migliorare e promuovere la fruizione della sentieristica: un Protocollo che prevede l'impegno del CAI e del Parco a 360° su ogni tema relativo al territorio, con momenti di pianificazione e di gestione di attività e risorse, riconoscendo al  CAI il ruolo di  soggetto che, con le proprie strutture, aiuta a migliorare la conoscenza e la protezione delle risorse naturali che ricadono nel territorio.

 

Importante il reciproco aggiornamento sui problemi più delicati, legati alla frequentazione e alla fruizione turistico-sportiva di zone sensibili e di particolare valore biologico- paesaggistico come nelle aree protette, allo scopo di sintonizzare le esigenze e le aspettative di un vasto settore di fruitori con gli obiettivi di tutela del Parco.

Leggi tutto

Nasce "La via dell'essenza" il sentiero costiero elbano in 12 tappe

sentiero_la_via_dellessenza-
La “Via dell’Essenza”: 12 tappe per una passeggiata di 127 Km lungo le coste dell’’Elba.
Acqua dell’Elba, Legambiente, Econauta e Parco Nazionale insieme per la più grande “adozione” di sentieri d’Italia La “Via dell’Essenza” è un ambizioso  progetto per la realizzazione del sentiero costiero dell’Isola dell’Elba. Più di 127 Km in 12 tappe, ognuna con un nome e dedicata ad un mese dell’anno. Si tratta della più grande adozione di percorsi naturalistici fatta da un’azienda privata, Acqua dell’Elba, in collaborazione con un’associazione ambientalista, Legambiente, e con un Parco Nazionale, quello dell’Arcipelago Toscano. Umberto Segnini, di Econauta, che ha partecipato all’ideazione di questo grande sentiero costiero della terza isola italiana e ne curerà la realizzazione, spiega che «I percorsi sono  pensati e studiati per restituire all’Elba, alla Toscana e al mondo intero l’Isola e la sua vera essenza. Sotto il profilo tecnico, il progetto prevede la manutenzione ordinaria dei sentieri selezionati: ripristino del piano di calpestio, modellamento della vegetazione ai bordi del sentiero, indicazione e valorizzazione delle emergenze storiche e naturalistiche. Inoltre sarà effettuato il monitoraggio costante e documentato del territorio, con aggiornamenti sull’avanzamento dei lavori. Saranno riportati su carta tracciati ed emergenze, saranno prodotti foto e filmati. Grazie alle informazioni raccolte si creerà una banca dati in continuo accrescimento, per la produzione e la pubblicazione di materiale divulgativo e promozionale». Il Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Giampiero Sammuri è molto soddisfatto per questo grande progetto che promuove l’escursionismo ambientale: «In un momento in cui le risorse pubbliche tendono a diminuire è fondamentale trovare momenti d'incontro con i privati che possono finanziare investimenti ed attività. Sarebbe necessario peraltro che questo fosse maggiormente incentivato con più consistenti detrazioni fiscali. In questo contesto è da apprezzare fortemente la disponibilità di Acqua dell'Elba, che, oltre ad una riconosciuta capacità imprenditoriale con prodotti di qualità, dimostra una sensibilità ed un legame  con il territorio non comuni».

Leggi tutto

Altri articoli...

Ultime News

Pubblicato l’avviso pubblico per il rin…

09-01-2018

      L’Ente Parc...

Bando per la formazione di Guide Parco s…

04-01-2018

      Bando per...

Sammuri Presidente del Parco Nazionale A…

18-12-2017

      GIAMPIERO...

Eletto il Presidente della Comunità del …

15-12-2017

  COMUNITÀ DEL PARCO NAZION...

Acquisti solidali a sostegno dei Parchi …

05-12-2017

  Iniziativa di sostegno ai...

Montecristo insieme

27-11-2017

    RINVIATO A DATA DA ...

Corso Aggiornamento per Guide Parco “C…

20-11-2017

Si sta svolgendo  a Forte Ingl...

La Vespa Velutina una possibile minaccia…

14-11-2017

    Con il Progetto L...

Corso di formazione per selecontrollori …

27-10-2017

  CORSO DI FORMAZIONE PER SEL...

Sottoscritto il Protocollo Operativo di …

12-10-2017

    Il 12 ottobre a L...

Corso di formazione 23 e 24 ottobre al P…

15-09-2017

  CORSO DI FORMAZIONE PER OPE...

Aperto il bando per i 100 residenti che …

12-09-2017

  La vista è  prevista il...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

Nessun evento