• parco informa

Tartaruga salvata nelle acque di Pianosa

Tartaruga marina in difficoltà recuperata dagli ormeggiatori della Toremar nelle acque di Pianosa

(foto di Yuri Tiberto)

 

Ieri mattina, 10 maggio, a meno di mezzo miglio dalla Scola, nelle acque protette di Pianosa, gli ormeggiatori di Portoferraio che attendevano a Pianosa  la nave di linea Toremar, hanno notato una tartaruga marina in difficoltà perchè non riusciva ad  immergersi. Subito si sono dati da fare per recuperarla, hanno prelevato con delicatezza  l'animale e lo hanno consegnato al  CTA del Corpo Forestale dello Stato in servizio sull'isola. Gli agenti del CTA Pittiglio e Tiberi hanno prestato il primo soccorso all'animale ed hanno visto che non era in condizione di essere rimesso in mare perchè bisognoso di cure. Gli ormeggiatori si sono offerti di portare l'animale a Portoferraio dove il nuovo Comandante del Coordinamento Territoriale per l'Ambiente del Corpo Forestale dello Stato  (CTA.-CFS)  Dr.ssa Clara D'Arcangelo, insieme all'Agente Enrico Cervetti hanno  immediatamente portato l'esemplare  all'Acquario dell'Elba di Marina di Campo.

 

tarta4

Il responsabile dell'Acquario Yuri Tiberto si è accorto subito di quale fosse il problema: "si tratta di un inconveniente abbastanza comune e di facile soluzione: un granchio parassita posizionato nell'orifizio anale della Caretta Caretta". Questo parassita  impedisce  all'animale di fare uscire l'aria dall'intestino, rendendone così difficile l'immersione e alla lunga anche l'alimentazione. Senza considerare che se la tartaruga non riesce ad immergersi può rimanere vittima del transito delle imbarcazioni.

 

tarta_granchio--

Il granchio è stato estratto  e l'animale  complessivamente è in buone condizioni, non presenta ferite o altre menomazioni. Dopo la rilevazione dei dati biometrici ( lunghezza totale 70 cm per 11kg) la tartaruga è stata posta nella nuovissima vasca da 15.000 litri dell'acquario, dove trascorrerà un breve  periodo di osservazione per essere poi liberata di nuovo a Pianosa.

 

tarta1--

Il Parco ringrazia il CTA CFS di Portoferraio, Yuri Tiberto dell'Acquario di Campo nell'Elba  ma soprattutto gli ormeggiatori della Toremar, Alessandro Belmonte e Pierluigi Pilato che hanno permesso con la loro prontezza di spirito e la loro disponibilità il recupero di un animale protetto da leggi internazionali.

 

 

 

 




LOGO UNESCO MAB En color.jpg    IT logo CETS    logo federparchi

Ultime News

Giornata della trasparenza 17 dicembre 2…

12-12-2018

    Il Parco Nazional...

Sinergie di natura per il futuro di Mont…

03-12-2018

    Siglato l’accordo...

I Parco Nazionali dell'Arcipelago Toscan…

20-11-2018

  I Parco Nazionali dell'Ar...

Isole da salvare: azioni concrete per un…

14-11-2018

  Convegno“Isole da salvare...

La riserva MAB Isole Toscane al 1°Conveg…

08-11-2018

E' in corso il  1°Convegno d...

AVVISO agli escursionisti e ai cittadini…

05-11-2018

A seguito dell’ondata di maltempo...

Seminario del PNAT sulla conservazione e…

31-10-2018

  Seminario del PNAT sulla ...

Bando per la formazione di Guide Parco s…

30-10-2018

    Dopo il primo bando...

Inaugurazione nuovo punto informativo al…

16-10-2018

  VIDEO MONTECRISTO  ...

Collisione nel Santuario dei cetacei. Le…

12-10-2018

  Collisione nel Santuario ...

22 settembre ripartono le passeggiate co…

05-09-2018

  Le passeggiate elbane del...

Il Parco al lavoro per promuovere il tur…

30-08-2018

    Il 29 agosto il D...

Portoferraio - Località Enfola

Tel 0565 919411 - Fax 0565 919428

PEC: pnarcipelago@postacert.toscana.it

Email:

C.F. 91007440497 P.IVA 01254460494

Fatturazione elettronica:
UFPRY8
Uff_eFatturaPA

Prossimi Eventi

15 Nov 2018
08:00AM - 05:00PM
Concorso ristoratori UPVIVIUM scad. 18.1.2019